JBM

Stray Ashes

2012 (Western Vinyl) | alt-folk

Dolore e rabbia animano in parti uguali il secondo disco di Jesse Marchant, che ha stilizzato il proprio nome dando origine al suo progetto musicale JBM. Dopo il buon, se non ottimo, "Not Even In July", il cantautore di Brooklyn fa il passo più "naturale", forse, ampliando il proprio suono, donandogli questa sorta di grevità emozionale, di afflato panico - spesso di ispirazione Antlers-iana, si vedano le pedisseque "Winter Ghosts" e "Only Now"  - ben assortiti col lamento alla Jeff Buckley del Nostro.
Tutto si fa così funzionale al convogliare l'ambientazione di spasimi notturni di "Stray Ashes", una versione romantica e meno affascinante dell'ultimo AA Bondy ("Forests"; suona nel disco il bassista di Bondy, peraltro), con questi arpeggi di elettrica che prima sonnecchiano e poi si amplificano nel silenzio, evocando il periodo di isolamento trascorso nelle Catskills, gruppo montuoso dello stato di NY.

Niente, insomma, di sensazionale, in questo "Stray Ashes", appesantito da pezzi debolucci dal punto di vista compositivo, nobilitati solamente da felici intuizioni sonore e di accompagnamento, che convincono se non altro che, oltre al songwriting, ci sia dietro un importante lavoro di approfondimento ("Moonwatcher" e "Crooked Branches", la più pop del disco).
La grande zavorra del disco è però l'involuzione sul piano espressivo, una messinscena di voragini in minore e di improbabili slanci percussivo-rumoristici che risulta però pesantuccia, quando non supportata da canzoni di rilievo.

Un netto passo indietro per il cantautore americano, che in "Stray Ashes" punta tutto sull'eleganza formale, dipingendo tormenti in modo troppo didascalico per non annegarvi.



(01/06/2012)

  • Tracklist
  1. Ferry
  2. Only Now
  3. You Always Keep Around
  4. Winter Ghosts
  5. Forests
  6. Thames
  7. Moonwatcher
  8. Crooked Branches
  9. On Fire On A Tightrope
  10. Keeping Up
JBM su OndaRock
Recensioni

JBM

Not Even In July

(2009 - JBM Music)
Dal cinema al cantautorato, il debutto discografico del canadese Jesse Marchant

JBM on web