Astral & Shit

Ka-Tet

2014 (autoprodotto) | ambient-drone, dark-ambient

Nelle sue due ore e venti circa di musica, “Ka-Tet”, terzo parto del progetto varato dai russi Ivan e Maria Gomzikovs, contribuisce a rinfoltire la serie di quei dischi ambient-drone che potrebbero andare avanti per ore e ore, senza aggiungere granché a quanto già declinato altrove con ben altri risultati.

Tutti i brani, senza eccezione alcuna, si distendono oceanici, svolgendo una continua perlustrazione di profondità sibilline, muovendosi attraverso variazioni pressoché impercettibili, fino ad imbastire un ipnotico circolo eterno in cui, inutile girarci intorno, bisogna completamente immergersi, sperando di risalire a galla con qualche granello di appagamento. “Favn” e “Kler” sfondano addirittura (bontà loro!) il muro del quarto d’ora, “sc23” assomiglia al ribollire infinitesimale della bruma invernale, “Ur” si adagia nel solco di un infinito echeggiare: ma, come dire?, alla fine sembra di aver ascoltato lo stesso brano per ben otto volte… E anche se vi capita di addormentarvi, non preoccupatevi: vi sveglierete sempre al momento giusto!

(28/01/2014)

  • Tracklist
  1. Eik
  2. Favn
  3. Honauts
  4. Kler
  5. Makbet
  6. sc23
  7. Slot
  8. ur
Astral & Shit sul web