Echo Bench

Echo Bench

2014 (V4V records) | post-punk, dark-wave

Bello scoprire formazioni provenienti da paesi inusuali, di quelli che troppo spesso restano tagliati fuori dai circuiti “che contano”. In questo caso il merito è della lungimirante V4V Records, rampante label italiana che ha introdotto il disco nel nostro paese, offrendolo anche in free downloading sul proprio sito.
Le Echo Bench sono tre musiciste israeliane al primo omonimo album, guidate dalla cantante/ chitarrista Noga Shatz. Uno si aspetterebbe della world music, magari infarcita di influenze mediorientali, e invece ”Echo Bench” è distante anni luce da questo immaginario. Un lavoro tellurico, a metà strada fra punk-rock e dark-wave, con testi intrisi di sconforto e piccoli fallimenti. Perché anche le cantine di Israele sono piene di giovani e promettenti musicisti con tanta rabbia da sfogare.

L'atteggiamento delle tre signorine si avvicina a quello di altre celebri girl band ad alto contenuto di abrasività, quali Sleater-Kinney (tanto per citare un nome ormai storico) o Savages (tanto per citare un nome di grande attualità), ma impossibile non pensare anche ad altre imponenti figure femminili quali Kim Gordon o Siouxsie Sioux.
Ovunque chitarroni affilati e schegge impazzite post-punk (“High Roller” pare un outtake di “Confusione Is Sex”), con l’unica lieve influenza autoctona rintracciabile fra le pieghe di “High Noon”, la quale ambisce a diventare la “Killing An Arab” degli anni 10. Ma i brani degni di nota sono molti, dalla bruciante “After Party”, all’anthemica “24”, sino alla super-intensa “French”.

Qualche perdonabile défaillance da “opera prima” è mitigata dalla straordinaria forza che trasuda da ogni singola canzone: persino quando le ragazze cercano di smorzare i toni per una manciata di minuti (“Broken”) l’atmosfera resta sempre tesa e immersa sotto diversi strati di elettricità.
Bello scoprire formazioni provenienti da paesi inusuali, e anche se i suoni delle Echo Bench non rappresentano nulla di nuovo, fra questi solchi si respira una mezz'oretta di aria fresca.

(19/03/2014)

  • Tracklist
  1. The Same Mistake
  2. Out Of The Blue
  3. High Noon
  4. High Roller
  5. Broken
  6. Liquid Sky
  7. After Party
  8. 24
  9. French
  10. Flash A Bone
Echo Bench on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.