Mattin

Songbook 5

2014 (Disembraining Machine) | art-rock, psycho-noise, sballo

L’anno scorso, Mattin Artiach (conosciuto soprattutto per essere il leader dei Billy Bao) va a fare un po’ di concerti in terra australiana e, tra canguri, deserti e qualche spiaggia assolata, si ritrova ad essere contattato dalla locale etichetta discografica Disembraining Machine, che gli chiede: ”Cosa non è la musica?”. Insomma, per chi conosce l’artista basco, una di quelle domande con cui andare a nozze, anche perché la stessa etichetta aggiungeva ulteriore sale sulla coda chiedendogli se ci fossero ancora suoni impossibili da assimilare.
Cosa poteva, dunque, fare Mattin se non registrare un disco e provare a (non) rispondere?

“Songbook 5” è l’ennesimo trattato di destabilizzazione percettivo-sonora del Nostro: cinque brani da cinque minuti suonati da cinque musicisti (in sella ci sono anche Joel Stern, Alex Cuffe, Andrew McLellan e Dean Roberts). Ma c’è di più: il titolo di ogni brano è costituito da cinque parole, in risposta a cinque concetti e il disco (che dura venticinque minuti) è pubblicato ovviamente (!) in 555 copie. Capito, no? Dunque, si parte con “What Isn’t Music After Cage?” ed è sballo minimalista-rumorista-psichedelico sfasato, al ralenti, anzi no!, è tutta una presa in giro, tutto da rifare. Dunque, “Aware of Its Own Mediation” (alien-synth-wave?), le ossessioni Tuxedomoon trasformate in un malsano corto circuito di “Stuck In Our Own Trap”, i Pere Ubu di “The Art Of Walking” remixati da un bambino in “Alienation As An Enabling Condition” e, per finire, una ballata (?) eroinomane (?) durante un sentimental journey solo andata (“The Act Acting On Itself”).
Io a Mattin voglio bene a prescindere.

(19/04/2014)

  • Tracklist
  1. What Isn’t Music After Cage?
  2. Aware of Its Own Mediation
  3. Stuck in Our Own Trap
  4. Alienation As an Enabling Condition
  5. The Act Acting on Itself

Mattin / Taku Unami su OndaRock
Recensioni

MATTIN / TAKU UNAMI

Distributing Vulnerability To The Affective Classes

(2010 - Autoprodotto)
Mattin e Taku Unami in una "discutibile" performance

Mattin on web



Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.