Oren Ambarchi

Amulet

2014 (The Tapeworm) | experimental, field-recordings

La cassetta “Amulet”, pubblicata in edizione limitata di appena 150 copie dall’inglese The Tapeworm, raccoglie due lunghe composizioni registrate dal vivo nel luglio dell’anno scorso, grazie ad un iPhone. Ebbene, sì: i tempi cambiano… e anche l’artista australiano cerca di non perdere il contatto con la realtà o, quantomeno, con il suo simulacro.

Quanto alla musica nuda e cruda, il primo movimento è un esperimento per droni e risonanze sinistre attraversate da sibili, echi oscillanti e rintocchi cristallini che sembrano suggerire la trasfigurazione sonora di una cupa giornata di pioggia. La parte più aliena di John Duncan potrebbe tornare utile per farsi un’idea.
Il secondo movimento continua quest’opera di espressionismo fantasmatico, risolvendosi, poco alla volta, in una nebulosa ambientale sempre più evanescente, prima di lasciare spazio al nulla.
Un disco che riesce difficile consigliare anche ai cultori più oltranzisti di Ambarchi. In ogni caso, se qualcuno fosse interessato, sappia che la prima tiratura è andata già esaurita...

(20/02/2014)

  • Tracklist
  1. I
  2. II
Oren Ambarchi su OndaRock
Recensioni

OREN AMBARCHI

Hubris

(2016 - Editions Mego)
Rigidi esperimenti post-minimalisti nel nuovo album del musicista australiano

OREN AMBARCHI

Quixotism

(2014 - Editions Mego)
Una piccola guida tascabile all'universo sonoro dell'artista australiano

OREN AMBARCHI

Audience Of One

(2012 - Touch)
Tra minimalismo e suggestioni spiazzanti, il chitarrista australiano torna in pista

OREN AMBARCHI

Sagittarian Domain

(2012 - Editions Mego)
Ventidue minuti di psichedelia d'avanguardia per l'eclettico australiano

News
Oren Ambarchi on web



Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.