Above The Tree & The E-Side

Riot

2016 (La Casa Della Grancetta) | psych-folk, ambient-techno

I progetti in due a fianco di percussioni e ritmi, cui s'iscrive anche il nuovo moniker Virtual Forest, sono la specialità della tarda produzione dell'incarnazione Above The Tree di Marco Bernacchia. Trascorso un piccolo exploit quartomondista con i Drum Enseble Du Beat ("Cave Man", 2014), Bernacchia vara il nome Stregoni con un altro percussionista (stavolta il turno è di Gianluca "Johnny Mox" Taraborelli), dedito a performance dal vivo organizzate nei centri profughi italiani.

La stessa coscienza sociale sull'immigrazione pervade il nuovo album a due a nome Above the Tree & The E-Side, "Riot", perlomeno nel brano più ambizioso, la Bark Psychosis-iana "Immigrants Ltd", nove minuti di canto-fantasma, pulsazione poliritmica e miraggi psichedelici che s'inabissano nello sciabordio.
Quest'allucinazione si ritrova in "Youth", stavolta una chitarra che strimpella al vento, però è subito soffocata confusamente dalla techno marciante, ma soprattutto nella più breve e intensa "Rainbow Revolution", un accesissimo pattern gamelan contornato di om ed esalazioni magiche.

"Saggy Balls Team" tenta l'assolo su ritmo batucada, e il tutto è più comico che fatalista, e "Spark" è un tentativo di remixare il raga orientale con le basi e gli effetti dell'elettronica da ballo, innovativo se non ci fossero stati gli Enigma vent'anni prima. Il motivo analogo da colonna sonora in "Wrong Right Side" è comunque migliorato in "Aftersquare" (con campioni di canti tribali che rimandano a Virtual Forest), la fusione più brillante di etnico-folk e ballabile-electro.

Seguito di "Wild" (2012): ne è, infatti, prosecuzione e sviluppo, quanto a rendimento di suono. La ditta Marco Bernacchia-Matteo Sideri architetta con perizia la stratificazione, la rotondità della scultura di produzione, e ricava un distillato facile e amabile, avaro d'arguzia. Basso del giovanissimo vicentino Michele Lavarda in tre brani, master di Andrea Suriani.

(26/05/2016)

  • Tracklist
  1. Youth
  2. Rainbow Revolution
  3. Spark
  4. Wrong Right Side
  5. Aftersquare
  6. Saggy Balls Team
  7. Immigrants Ltd


Virtual Forest su OndaRock
Recensioni

VIRTUAL FOREST

Unconscious Cognition Is the Processing Of Perception

(2015 - Yerevan Tapes)
Il varo del nuovo progetto di Marco Bernacchia, ancora alle prese con i suoni dal mondo

ABOVE THE TREE & DRUM ENSEMBLE DU BEAT

Cave_Man

(2014 - Bloody Sound Fucktory)
Una collaborazione ambiziosa e pan-etnica per il progetto di Marco Bernacchia

ABOVE THE TREE & THE E-SIDE

Wild

(2012 - Locomotiv)
La collaborazione tra lo stregone del rock italico e Matteo Sideri, a percussioni ed elettronica ..

ABOVE THE TREE

Live At Ca Blasč

(2010 - Bloody Sound Fucktory)
Il primo disco live della creatura di Marco Bernacchia

ABOVE THE TREE

Minimal Love

(2009 - Boring Machines et al.)
Il prosieguo del cammino artistico della creazione di Marco Bernacchia

ABOVE THE TREE

Blue Revenge

(2008 - Polpo)
L'impasto impressionista di Marco Bernacchia, tra crescendo psych e strimpellii meditativi

News
Above The Tree & The E-Side on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.