Dan Michaelson & The Coastguards

Memory

2016 (state51) | chamber-folk, slow-americana

Potrebbe essere Hackney, ma forse più facilmente un qualche sobborgo tra Madison e Spokane, il luogo in cui risuonano le canzoni di Dan Michaelson. Il Bill Callahan d'Inghilterra, col suo baritono che sembra prodotto con minime vibrazioni delle corde vocali, torna con "Memory", che chiude la trilogia cominciata con "Blindspot" tre anni fa. Un percorso narrato dal cantautore inglese senza pose, nonostante la sua musica si presti a facili etichettature e riferimenti, ma che rimane cristallina e suggestiva nella sostanza.

Il chamber-folk in bianco e nero del precedente "Distance" diventa in "Memory" cinematico ed epico, come nell'iniziale "Tides" e nella ricorsione sorniona di "Undo", che ricorda gli sfondi bucolici di "Sometimes I Wish We Were An Eagle", nonché nel crescendo ponderoso di "Missing Piece".
Un po' per l'organicità degli arrangiamenti, un po' per l'assenza di ruffianerie nella scrittura di Dan (che a volte sfiora però il canone, come in "No Other Way" e "Lost Birds"), il disco ha la bellezza contemplativa di un fermo immagine, come uno qualsiasi dei paesaggi antropico-naturali nelle copertine della trilogia - un'estetica iperclassicista, ripetitiva, quasi autoritaria nel dipingere la malinconia come stato inamovibile, ma così lontana da quella abbozzata e impulsiva delle ultime "copertine" di Kozelek.

Rispetto ai lavori precedenti, il carattere monolitico della musica di Michaelson e compagni è spinto all'eccesso, e nel complesso manca la varietà stilistica di "Distance", la sua maggior vitalità artistica. Se si guarda alla trilogia, però, "Memory" rappresenta il momento finale, quello in cui lasciarsi andare alle imperfezioni, anche a un pizzico di maniera - che indubbiamente è il punto negativo del disco - pur di lasciare un bel ricordo, di fissare nel tempo l'insieme di esperienze che hanno portato fin lì. Nel complesso, la trilogia rimane comunque un punto di arrivo per il cantautorato di Michaelson.

(25/05/2016)

  • Tracklist
  1. Tides
  2. Memory
  3. Missing Piece
  4. Lost Birds
  5. Undo
  6. No Other Way
  7. Half the Reason
Dan Michaelson And The Coastguards su OndaRock
Recensioni

DAN MICHAELSON AND THE COASTGUARDS

Distance

(2014 - State 51)
L'ex-leader degli Absentee prosegue lungo lo strada di un cantautorato in chiaroscuro

Dan Michaelson & The Coastguards on web