Holy Esque

At Hope's Ravine

2016 (Beyond The Frequency) | alt-pop-rock

Dopo cinque anni di messa a punto, la macchina trionfale degli Holy Esque è pronta per la grande sfida: con il suo esordio “At Hope’s Ravine”, il gruppo scozzese pone la prima pietra per il transito da cult-band a next big thing.
Due Ep e tre singoli hanno già anticipato le peculiarità del quartetto di Glasgow: sonorità epiche affidate a distorsioni di chitarra in perfetto stile Big Country-U2 e ritmi possenti e oscuri di chiara derivazione post-punk (Joy Division ma anche Josef K), il tutto caratterizzato dalla voce gloglottante di Pat Haynes.

Un altro tassello nella gloriosa storia del pop-rock made in Scotland, che rinnova il fascino da rock-stadium dei Simple Minds senza tralasciare le contaminazioni indie-rock o il recente successo dei Glasvegas. Purtroppo, “At Hope’s Ravine” soffre di una leggera magniloquenza, che se da una lato compatta gli elementi sonori, dall’altra mette in mostra la mediocrità della scrittura. Gli spunti lirici sembrano monchi e quando la tensione scompare, restano solo i testi a garantire una sufficiente dose d’energia creativa.
La dicotomia tra etica e religione che sottolinea le liriche dell’album è alfine uno dei fattori che ha incrementato l’appeal della band tra il pubblico giovane - l’energia e la grezza potenza della musica sono pertanto funzionali alla messa in scena dei contenuti.

Quello che lascia interdetti è che gli Holy Esque sembrano già al nadir della loro ascesa creativa. I singoli “Rose” e “Tear” hanno ad esempio la stessa gradevole urgenza dei primi Glasvegas, ma altrove il sound sembra già vecchio e riciclato, e “At Rope’s Ravine” suona come l’album di una cover band che ha dimenticato le canzoni da eseguire, e procede a braccio tra citazioni ed enfasi sonore, atte a mascherare con un po’ di caciara e confusione. Un album onesto e in parte accattivante, che graffia ma non scalfisce il cuore.

(02/03/2016)

  • Tracklist
  1. Prism 
  2. Rose 
  3. Hexx 
  4. Covenant ((Ill)) 
  5. Silences 
  6. Strange 
  7. Doll House 
  8. Tear 
  9. My Wilderness 
  10. St. 
  11. At Hope's Ravine






Holy Esque on web