Martha High

Singing For The Good Times

2016 (Blind Faith Records) | soul, r'n'b

Un'orda di ex-coristi di James Brown sta affollando la discografia moderna con una serie di produzioni in bilico tra effetto-nostalgia e puro talento. Martha High è stata una delle presenze più longeve nel team del re del soul (più di trent'anni), incrociando nella sua lunga carriera anche Maceo Parker e Roy Ayers, prima di mettere in piedi una carriera solista.
In verità, la cantante aveva già inciso un album nel 1979, ma dal 2008 sta vivendo una seconda giovinezza artistica, grazie sia alla notevole presenza scenica sia alla sempre energica voce.

"Singing For The Good Times" è frutto della collaborazione con Luca Sapio (ex-Quintorigo), fiore all'occhiello del soul made in italy.
Registrato in analogico negli studi della Blind Faith, il nuovo progetto di Martha High mette insieme r'n'b e soul in stile Stax Records, morbidi funky-groove e un pizzico di soul orchestrale, il tutto per un sound retrò ma mai stucchevole. Nulla di rivoluzionario, sia ben chiaro, "Singing For The Good Times" si ascolta con piacere e offre anche due o tre spunti di rilievo, che rendono altresì gradevole il repeat dell'intero album.

Il mood del progetto è dettato già dalle note iniziali di "Always Worth The Pain", un funky-soul raffinato e swingante che insieme al più incisivo uptempo di "The Hardest Working Woman" sottolinea la buona scrittura delle canzoni.
Una sequenza di citazioni scorta le undici tracce, brani più morbidi e sensuali ("I'm A Woman", "Can't Hold On" e "Lean On Me") si alternano a grintose fughe soul-funky ("Lovelight", "Fire Shut Up In My Bones"), inframezzate dalle curiose ibridazioni soul-beat italiche di "Singing This Song (For You)" e da un genuino southern-soul ("For The Good Times").

Quello che manca è comunque un po' di coraggio, elemento fondamentale per evitare l'effetto deja-vu, Martha High si destreggia con abilità e classe senza mai veramente affondare il colpo.
"Singing For The Good Times" è un passo nella giusta direzione, ma il traguardo è ancora lontano.

(21/06/2016)

  • Tracklist
  1. Always Worth The Pain
  2. I'm A Woman
  3. Can't Hold On
  4. Fire Shut Up In My Bones
  5. Lean On Me
  6. Lovelight
  7. The Hard Way
  8. Singing This Song (For You)
  9. The Hardest Working Woman
  10. You Baby
  11. For The Good Times


Martha High on web