Piledriver

Brothers In Boogie

2016 (Rockwell Records) | hard-rock, rock, classic-rock

Nel suo compito di scouting internazionale, il gruppo Bob-Media incontra un album uscito in sordina un anno fa, che potrebbe invece stuzzicare i nostalgici del rock duro più canonico. “Brothers In Boogie” sono riff violenti e vetrosi, cavalcate di batteria e coretti di supporto al growl possente della voce del frontman Peter Wagner.

Dopo anni di militanza come tribute-band degli Status Quo, oggi i Piledriver (non a caso storico titolo della band inglese, datato 1972) vogliono cementare, seguendo l’esperienza maturata nel tempo sulle note del rock britannico, la loro spavalda essenza, in un perfetto old-style. “One Way To Rock”, opener delle tredici tracce originali (cui si aggiungono due bonus finali) ha il pieno groove di “Hells Bells”, provare per credere. Quindi Ac/Dc, i loro amati Staus Quo e altri riferimenti di puro eighties-rock sono il filo conduttore di un disco che scivola tra birre, handbanging, chitarre e coretti: classico nel pieno del classico, nulla da dire.

Quasi operistica a tratti, “Natural Born Rockers” nasce con l’organo e prosegue nel metal, facendosi via via più scura, e dimostrando un suono più curato rispetto al quasi anonimato precedente.
Questa è la strada, auguriamo alla band un futuro in cui le ombre del tributo s’allunghino fino a svanire, lasciandoci gradualmente scoprire una identità più sviluppata.
Da vivere tra i solchi del disco, ma soprattutto sotto il palco.

(04/12/2016)

  • Tracklist
  1. One Way To Rock
  2. Together
  3. Rock In A Crossfire Hurricane
  4. Good Times
  5. Natural Born Rockers
  6. Fat Rat Boogie
  7. Mountain
  8. Frantic Groove
  9. Don't Think It Matters
  10. Drifting Away
  11. Queen Obscene
  12. Lollipop Lolita
  13. Last Words
  14. Rock In A Crossfire Hurricane (Single Version)
  15. Last Words (Single Version)
Piledriver on web