Marta Collica

Inverno

2017 (Brutture Moderne) | songwriter, folk-pop

Un po' ci siamo abituati all'assenza-presenza di Marta Collica. Gli otto anni passati tra il secondo e il terzo album in coppia con Hugo Race a nome Sepiatone, e i dieci trascorsi tra l'esordio solista e il nuovo album "Inverno", sono esemplari della delicata indolenza discografica della musicista catanese.
Sono in verità quasi vent'anni che l'artista dispensa il suo talento in molteplici progetti, passando dall'esordio con i Micevice alla recente collaborazione con i Dounia, alternando concerti e apparizioni discografiche in progetti altrui.
Questa continua irrequietezza creativa ha fatto sì che la genesi di "Inverno" scaturisse dal caso e da quella estemporaneità che ha sempre caratterizzato il percorso creativo dell'artista.

Tutto nasce dopo un concerto a Berlino in duo con Cam Butler, il produttore Brio Taliaferro, affascinato dalla performance, chiede ai due musicisti di registrare qualche brano in presa diretta nel suo personale studio di registrazione.
Il materiale prodotto in quelle session viene successivamente elaborato e integrato da overdub e registrazioni home-made, che coinvolgono anche una cospicua lista di amici e collaboratori.

Quello che ne esce fuori è l'album più intimo e personale della musicista, un disco che fa della fragilità e della discrezione i punti cardini di un processo creativo che alterna riflessione e istinto.
Notturno, sofferto, il pop cantautorale della Collica resta amabilmente nella scia dei precedenti lavori dell'artista, tra citazioni psichedeliche alla Mazzy Star ("Clandestine") e alla Air ("Will We Know More"), malinconie acid-rock in stile PJ Harvey ("For Real") e tentazioni folk-rock ("Dov'è che finisce").
Pur prediligendo l'inglese, l'artista non rinuncia alla madre lingua, affidando centralità emotiva alla title track "Inverno": un brano che cattura l'attenzione grazie alla sua semplicità quasi spettrale, librandone l'oscura forza poetica.

Ed è in questa dilatazione narrativa che risiede il vero fascino del nuovo album di Marta Collica, anche se affiora qualche calo di tensione lirica quando le canzoni si rifugiano in canoni più tipici e prevedibili ("Vero come te", "La fine dei segreti", "Stay In Wonder"), piccole sbavature di un ritorno interessante, che conferma il talento della musicista catanese.

(15/04/2017)



  • Tracklist
  1. Clandestine
  2. Outside For A Walk
  3. For Real
  4. Dov'è che finisce
  5. La fine dei segreti (Alternate Version)
  6. Will We Know More
  7. Inverno
  8. Day Off
  9. In This Town
  10. Vero come te
  11. She Travels Fastest (Alternate Version)
  12. Stay In Wonder


Marta Collica su OndaRock
Recensioni

MARTA COLLICA

Pretty And Unsafe

(2007 - Desvelos Records)
La cantante dei Sepiatone al debutto con 10 delicate ballad

Marta Collica on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.