Molly Burch

Please Be Mine

2017 (Captured Tracks) | country, twang

È un vero piacere dei sensi, l'ascolto di "Please Be Mine", debutto della cantautrice americana per la Captured Tracks. Registrato in soli due giorni con l'aiuto del produttore Dan Durszynski, l'album di Molly Burch è un vero toccasana per tutti coloro che, investigando nel copioso panorama produttivo cantautorale, passano da un'epigona di Joni Mitchell all'ennesima versione in salsa indie di PJ Harvey, senza riuscire a trattenere qualche tenue sbadiglio.

Il suono dell'album è pulito ma non levigato, la scrittura delle canzoni è semplice e a tratti prevedibile, eppur mai altezzosa. Molly dosa tutti gli elementi tipici del country-western da saloon con delicata arguzia e un briciolo di malizia, raccontando di amori impossibili e di sopraffazione maschile.
"Please Be Mine" si inserisce nella tradizione country-twang-girl che K.D. Lang condusse agli onori della cronaca, ma anche in quella tutta al maschile degli Everly Brothers; canzoni come l'iniziale "Downhearted" sono capaci di spezzare un cuore con un candore ormai dimenticato.
Il tocco sensuale ed esotico di "Try" è più provocante ed erotico dell'hula dance hawaiana, il pop alla Phil Spector di "Fool", invece, sublima tutti gli elementi delle vecchie ballate da chanteuse parigina che tanto fecero sognare la giovane America.
Burch rispolvera il fascino di Patsy Cline nella butirrosa e romantica "Loneliest Heart" e l'irruente freschezza di Dusty Springfield nella sbarazzina "Torn To Pieces", senza rinunciare a quel suono polveroso e svogliato che rese nobile la tradizione popolare a stelle e strisce, prima dell'avvento del rock'n'roll.

Non è facile resistere al malinconico e altresì leggiadro romanticismo della title track, uno slow-country che si infiamma pian pianino a suon di nostalgia e reminiscenze, allo stesso modo "Please Forgive Me" si fa beffa dei cliché pop più banali con una stupenda interpretazione della Burch, che sono sicuro farebbe impallidire Lana Del Rey.
Le dieci canzoni di "Please Be Mine" sono piccole sceneggiature, canzoni evocative e suggestive mai gravate da inutili orpelli o da artifici sonori, piccoli mini-film in slow motion ricchi di grazia. "Please Be Mine" è un debutto maturo e originale di un'artista dal promettente futuro.

(16/03/2017)

  • Tracklist
  1. Downhearted
  2. Wrong For You
  3. Please Forgive Me
  4. Try
  5. Loneliest Heart
  6. Torn To Pieces
  7. Fool
  8. Not Today
  9. Please Be Mine
  10. I Love You Still




Molly Burch su OndaRock
Recensioni

MOLLY BURCH

Romantic Images

(2021 - Captured Tracks)
La cantautrice texana svolta verso il pop e la disco

MOLLY BURCH

The Molly Burch Christmas Album

(2019 - Captured Tracks)
La cantautrice texana si cimenta nel più classico degli album natalizi

MOLLY BURCH

First Flower

(2018 - Captured Tracks)
Un tiepido country-pop per il nuovo album della cantautrice americana

Molly Burch on web