Arnetta Johnson

If You Hear a Trumpet, It's Me

2019 (GRYSCL Entertainment) | nu-jazz, trap

La venticinquenne trombettista Arnetta Johnson, proveniente da Camden nel New Jersey, nonostante la giovane età, si è prefissata un obiettivo certamente ambizioso, che nelle sue presentazioni sui social rivendica quasi in maniera sfacciata: vuole scombussolare il panorama jazz contemporaneo, risollevare il pubblico con la sua musica ed essere per questo una fonte di ispirazione ("disrupt, uplift, inspire").

Il suo primo contatto con la musica jazz è coinciso con il momento in cui ha cominciato a suonare la tromba, a tredici anni. Da allora, ha iniziato a studiare al Berklee College of Music sotto la supervisione di Jill Scott (la poetessa e cantante r&b, famosa anche per alcune apparizioni al fianco di Robert GlasperDe La Soul, The Roots e Pusha T, tra gli altri) e la sassofonista jazz Tia Fuller e ha maturato un curriculum di tutto rispetto.
La sua prima esperienza sul palco è stata al fianco di Janelle Monáe, che le ha aperto le porte al mondo dell'entertainment fatto non solo di musica ma anche di acconciature, immagini e coreografie; ha quindi suonato con Beyoncé all'evento del Superbowl 2015 e nei due tour successivi, e si è esibita personalmente con grandi talenti della storia recente del jazz femminile, dalla compianta pianista Geri Allen alla batterista Terri Lynn Carrington fino a Esperanza Spalding.

Questo giugno è uscito il suo primo album ufficiale "If You Hear A Trumpet It's Me", registrato con il suo gruppo SUNNY (Sounds Uplifting Nobility through Notes and Youth), in cui tiene fede al suo programma cercando di aggiornare il linguaggio del jazz elettrico all'era dell'hip-hop, dell'r&b e soprattutto della trap, grande protagonista dell'album. Per certi versi la sua musica ricorda quanto tentato da Christian Scott con la "Centennial Trilogy" e più di recente con "Ancestral Recall", ma Arnetta Johnson si mostra più a suo agio con queste sonorità, sfoderando con disinvoltura pezzi liquidi che, anziché indulgere in sparsi fraseggi effettati su tracce strumentali ed elettroniche monocordi, si incentrano sul groove, su interventi di tromba flessibile e un uso dell'elettronica più consistente e variegato. 

Se l'iniziale "Pull Up On Em" è molto vicina al collega di New Orleans, troviamo guizzi più eterogenei ad esempio in "Take Me To IsReal", che flirta in maniera passionale con il funk e l'r&b, o nel singolo d'anteprima "Juice & Candy", che immerge il retaggio di Miles Davis in atmosfere soffuse e notturne con spruzzi latini. "I'm Just Sayin'" è invece un fumoso electro-jazz dove la tromba appena accennata viene sostenuta da synth stranianti. I brani sono tutti strumentali, eccetto la malinconica "Big Games" con duetto di voce femminile e maschile, in un rap tutto sommato ordinario.

Purtroppo, se Christian Scott era comunque, con i suoi difetti, riuscito a dare un suono sistematico e generalizzato al suo nuovo progetto, Arnetta Johnson naviga ancora tra sonorità slegate fra loro senza molta organicità. Nei pezzi migliori (come, per esempio, "Juice & Candy") si ha l'impressione di assistere a un felice aggiornamento del suono davisiano anni 70, dove il funk viene rimpiazzato dai poliritmi della trap e dell'Idm; ma soprattutto negli ultimi brani, dove l'elemento trap prende il sopravvento, la sua creativa sintesi tra la tradizione jazz e le tendenze più moderne e attuali degenera in una ben meno originale riproposizione di cliché. Questa discontinuità penalizza il risultato finale, e alla conclusione del disco permane un po' di incompiutezza.

Una disomogeneità stilistica che è però quasi fisiologica, visto che l'album è stato composto nell'arco di diversi anni (alcuni brani risalgono al 2014, altri a pochi mesi fa, e la stessa idea del disco è successiva di un paio d'anni al primo singolo da lei pubblicato nel 2017). Alla luce di quanto mostrato su questo album, vi sono molti spunti interessanti per il futuro e un talento ancora immaturo ma promettente.

(09/08/2019)

  • Tracklist
  1. Pull up on Em
  2. Who Are You
  3. Take Me to IsReal
  4. Hum
  5. Juice & Candy
  6. The Laybacks
  7. Big Games
  8. I'm Just Sayin'
  9. Meet Me There
  10. Back Then
  11. Fuller Mind
  12. K's (If You Hear a Trumpet It's Me)
  13. Up High
Arnetta Johnson on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.