Eilen Jewell

Gypsy

2019 (Signature Sounds) | americana

Mettiamo subito le cose in chiaro: Eilen Jewell non è una country-singer ma una cantautrice di American roots music. Sono infatti le radici della musica americana le protagoniste di questo ottavo disco della cantautrice. “Gypsy” è un disco errabondo, un viaggio sonoro dal sud al nord dell’America e nelle sue contraddizioni. Il tono vibrante e incalzante della gioiosa miscela di blues, country, pop, honky tonk e swing serve a catturare l’attenzione su un tessuto lirico la cui profondità e sagacia andrebbero analizzate con cura.

La dura realtà del razzismo e della discriminazione sui luoghi di lavoro - "79 Cents (The Meow Song)" - il difficile e cinico rapporto tra i sessi (“These Blues”), la voglia di trovare un posto dove finalmente mettere radici (“Gypsy”) e l’invito a resistere alle sopraffazioni (“Beat The Drum”) sono argomenti non facili da mettere in musica nell’era Trump. Eilen non solo è temeraria, ma ci mette la faccia anche come autrice, nonché unica garante di queste undici canzoni (la dodicesima è di Bennett/Webb).

Eilen Jewell con un tono vocale rauco e grintoso dà alle fiamme le velleità rock-blues della band già con l’introduttiva “Crawl”, sfida i Green On Red e i Long Ryders sul terreno del cowpunk nella trascinante “Working Hard For Your Love”, duella con la psichedelia e l’alternative rock in “Beat The Drum”, tutto questo senza mai rinnegare le radici (l’honky tonk di “You Cared Enough To Lie”).
Anche quando le atmosfere scivolano verso un pallido romanticismo, l’autrice tiene saldo quello sguardo tagliente e beffardo di chi conosce le amarezze della vita (“Miles To Go”), senza timore di confessare le proprie paure (“Fear”). Trova altresì un attimo per fermarsi ad apprezzare le poche gioie quotidiane rimaste, come annusare il profumo dell’erba e dei fiori (”Witness”).

In un anno ricco di proposte rock al femminile e soprattutto di cantautrici, il disco di Jewell rischia di apparire superfluo, ma se a quanto sopra descritto aggiungete anche la solidità delle performance strumentali  e vocali, vi apparirà ben chiaro il motivo per il quale "Gypsy "merita la vostra attenzione.
Dopotutto, se Jack White si è innamorato di Loretta Lynn e della musica country-blues, ci sarà pure un motivo, e senza dubbio Eilen Jewell è una delle poche artiste degne di raccogliere questa ingombrante eredità stiltistica. “Gypsy” è un disco privo di incertezze e le dodici tracce non scadono nella routine, confermando l'autrice come una delle migliori espressioni della musica americana.

(10/01/2020)



  • Tracklist
  1. Crawl
  2. Miles to Go
  3. You Cared Enough To Lie
  4. 79 Cents (The Meow Song)
  5. Beat The Drum
  6. Gypsy
  7. These Blues
  8. Working Hard For Your Love
  9. Who Else But You
  10. Witness
  11. Hard Times
  12. Fear




Eilen Jewell on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.