Erin Durant

Islands

2019 (Keeled Scales) | piano-folk, chamber-folk

Si affaccia sulla scena newyorkese una nuova voce, sebbene attiva da ormai dieci anni e non nativa della Grande Mela, ma di New Orleans (qui citata in “Rising Sun”): Erin Durant, che per il suo secondo disco si avvale della collaborazione, come produttore e musicista, di Kyp Malone dei TV On The Radio.
Disco di estrema misura, sebbene forse un po’ “leggero” dal punto di vista della scrittura, che non riesce mai a eccellere veramente (ma ha comunque melodie riconoscibili come quelle di “Good Ol’ Night” e “Rising Sun”, o della stessa title track), “Islands” è un lavoro di raffinato lirismo, composto ed eseguito principalmente al pianoforte (e quindi una boccata d’aria fresca rispetto al trend attuale).

Non lontano dall’esordio di Olivia Chaney, senza gli aspetti più tradizionali ma con lo stesso spirito Mitchell-iano (“Sand Dunes”), il disco si sviluppa tra motivi alt-country, che voce e pianoforte di Erin “illiquidiscono” (“Take A Load Off”). Gli arrangiamenti “serici” di percussioni, chitarra e fiati contribuiscono a colorare e ravvivare in certi frangenti i brani (ma anche a “normalizzarli”).

In questo senso, si tratta di un album forse un po’ “piano”, nei canoni, pur nella sua gradevolezza (“Highway Blue”). Comunque un’artista da tenere d’occhio.

(10/07/2019)



  • Tracklist
  1. Rising Sun
  2. Highway Blue
  3. Sand Dunes
  4. Good Ol Night
  5. Take A Load Off
  6. Winterlude
  7. Islands
  8. Another Town
Erin Durant on web



Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.