Jerkcurb

Air Con Eden

2019 (Handsome Dad) | psych, country, blues, dream-pop

Sette anni di elaborazioni e sperimentazioni, intervallati dalla pubblicazione di alcuni singoli, hanno anticipato l’esordio discografico di Jacob Read: artista londinese già figura cult della scena contemporanea. 

Per descrivere “Air Con Eden” viene facile il ricorso a termini come psichedelia, blues, dream-pop, lo-fi, country-western. Anche le assonanze con le atmosfere di Angelo Badalamenti e Richard Hawley hanno il loro perché, e citare tra i riferimenti creativi Marc DeMarco, Shadows, Antonio Carlos Jobim, Broken Bells e Connan Mockasin, tanto per scompigliare le acque, non intacca le peculiarità della musica di Jerkcurb.
Con tanta grazia a disposizione, è comprensibile il timore di trovarsi al cospetto di un meltin’pot al limite del dolciastro e del sapido, con tutto quel che ne consegue.

“Air Con Eden” è un disco che dell’estetica lo-fi ha solo le premesse: Jacob Read è un artigiano del suono, un cesellatore di suoni e armonie che ha la forza e l’arguzia per mettere in piedi un disco pop seducente, ma che è al contrario più incline all’elaborazione di una musica da degustare con calma e ponderazione.
Le dodici tracce dell’album sono dei distillati di emozioni, mordaci divagazioni su temi lirici come nostalgia, sentimento e mistero, suggellate da arie surreali, in bilico tra sogno e realtà, come in un film di David Lynch (“Somerton Beach”).

Read è un altro musicista inglese affascinato dall’American Dream, il suono è ipnotico, gli accordi di chitarra sono volutamente fuori tono alla maniera di Connan Mockasin (“Morpheus' Arms”) o garbatamente contaminati dalla saudade latino-americana (“Aquarena Springs”).
“Air Con Eden” è un disco che gioca con la stravaganza, senza perdere in coerenza e classe (“Voodoo Saloon”), una macchina dei sogni capace di rendere sensuale anche un breve attimo di romanticismo (“Wishbones”). Sembra quasi che il musicista voglia avvisare l’ascoltatore che non esiste piacere senza rischio, o emozione senza azzardo, e che anche dietro una canzone dai toni più confidenziali e gradevoli si può nascondere un’insidia, un retrogusto agrodolce, che alla fine rende tutto ancor più eccitante, come quando dietro il lieve tocco ritmico della title track spuntano briose trame jazzy, o negli spazi vuoti della eterea “Midnight Snack” compaiono voci ed echi sonori di lontane e dimenticate sonorità space-blues alla Roy Buchanan/Peter Green.

A onor del vero, le premesse tematiche di “Air Con Eden” sono particolarmente interessanti e illuminanti, il viaggio di Jacob Read è una passeggiata tra le contaminazioni e le piacevoli illusioni dei centri commerciali e della loro forza persuasiva e ingannevole, dove cibo e solitudine si mescolano, tra polli arrosto consumati in fretta (la già citata “Wishbones”) e relazioni che, pur finite, riecheggiano tra gli spazi ampi resi confortevoli dall’aria condizionata (“Timelapse Tulip”).
E’, alla fine, il racconto di un mondo visionario che imprigiona passioni e sentimenti avvolgendoli nella nebbia della malinconia (“Devils Catflap”), e che l’ultimo guizzo pop non riesce a rendere meno amaro e solitario (“Night On Earth”).

L’esordio di Jerkcurb finisce con lo sconfessare le pur allettanti premesse a cappello di questa analisi: sì, perché tutti i riferimenti di stile e le assonanze creative non sono sufficienti a raccontare il mondo di “Air Con Eden”, e se aggiungete a tutto questo anche la fama delle esibizioni live della band di Jacob Read, capirete che siamo di fronte a un disco da non ascoltare con leggerezza e superficialità.

È la nostra ultima notte sulla terra, sei la ragazza dei miei sogni, è finito ora, questo giorno sarebbe arrivato, l'ho sempre saputo, questo momento disperato, durerebbe per sempre, e lo sarei così felice, per passare l'eternità, ora sono con te, perché mi hai scelto, per porre fine all'eternità e io ho scelto te (da “Night On Earth”).

(08/02/2020)



  • Tracklist
  1. Shadowshow
  2. Somerton Beach
  3. Timelapse Tulip
  4. Wishbones
  5. Air Con Eden
  6. Midnight Snack
  7. Morpheus' Arms
  8. Water
  9. Aquarena Springs
  10. Voodoo Saloon
  11. Devils Catflap
  12. Night On Earth








Jerkcurb on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.