Death Bells

New Signs Of Life

2020 (Dais) | post-punk, new wave

Il ritorno degli australiani Death Bells è il frutto di un cambiamento non solo di formazione ma anche geografico, avendo il cantante Will Canning e il chitarrista Remy Veselis spostato la sede operativa a Los Angeles, lasciando la città natale Sydney. Ad essere sacrificate nel nuovo album sono le lievi inflessioni naif dell’esordio “Standing At The Edge Of The World”, unico elemento che differenziava la formazione dagli innumerevoli cloni di Interpol e Cure che bazzicano la scena indipendente.

Il suono più corposo ed esuberante di “New Signs Of Life” è un valido supporto per la voce di Canning, ora coinvolgente (“The Sun That Shines Forever”), ora più svogliata e distante (“Alison”), le sonorità carpite alla stagione d’oro del post-punk sono gradevoli, con alcuni gustosi richiami ai Chameleons (“Sacred”), agli Psychedelic Furs (“Two Thousand And Twenty”) e agli Echo & The Bunnymen (la title track).
Il secondo album dei Death Bells è un buon campionario di tutti i cliché del moderno revival del lato oscuro della new wave anni 80, tra ossessioni ritmiche alla Joy Division/New Order (“Web Of Love”), un briciolo di emo-rock (“Heavenly Bodies”), tipiche incursioni nel romanticismo noir (“A Different Kind Of Happy”) e mai velate tentazioni pop che citano i conterranei Inxs (“Shot Down (Falling)”).

Ed è proprio nella spavalderia pop ottimista che l’assunto post-punk dei Death Bells crolla nell’anonimato: tutto scivola senza alcun apparente sforzo ma anche senza carica emotiva, le canzoni restano in un limbo artistico non ben definito.
Nulla disturba ma nulla entusiasma, in “New Signs Of Life”, gli australiani sono pericolosamente vicini alle loro sliding doors, il destino non sembra però essere nelle loro mani ma nelle strategie ignote del fato.

(14/01/2021)



  • Tracklist
  1. Heavenly Bodies
  2. Two Thousand And Twenty
  3. New Signs Of Life
  4. Web Of Love
  5. The Sun That Shines Forever
  6. A Different Kind Of Happy
  7. Alison
  8. Sacred
  9. Shot Down (Falling)




Death Bells on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.