Prurient

Casablanca Flamethrower

2020 (Tesco Organization) | industrial, noise, power electronics

La guerra non finisce mai nelle opere di Dominick Fernow, l'artista americano che da vent'anni ormai continua a somministrarci dosi massicce di rumore, violenza, incubi urbani e contorte strutture sintetiche tra nastri bruciati e synth cortocircuitati dei suoi moniker principali: il qui presente Prurient, e il parallelo Vatican Shadow.
Questo "Casablanca Flamethrower" è il primo Lp che il nostro fa uscire sotto l'egida della storica label tedesca Tesco Organization, da sempre legata a una certa visione, fredda e maniacale, del suono industriale e sperimentale. Non aspettiamoci evoluzioni o cambi di strategia in Dominick, la sua è stasi perenne: un coma bellico che attinge da un immaginario senza fine per raccontare la solitudine, la crudeltà e la miseria del corpo e dello spirito umano.

Casablanca, città simbolo di fuga dalla guerra mondiale e mezzo di esilio dalla paura - il lanciafiamme, strumento terrorizzante per snidare il nemico asserragliato nei bunker. Un accostamento semplice, vivido nel comunicarci un senso claustrofobico, un caldo ossessivo. E soffocanti sono i ritmi di questa opera, sicuramente coerente nella mente non lineare di Fernow, che l'ha costruita sopra corridoi oscuri dove si ammassano voci urlanti, rumori di esplosioni distorte e beat industriali psicopatici. Un continuo alternarsi di storie violente, di vittime e carnefici in un affresco sporco del presente.

Rispetto al precedente "Noise For Halloween Night" (2019, Hospital Prod.) in cui ci trovavamo di fronte a un omaggio d'amore verso le atmosfere notturne e fobiche del cinema horror americano, giocando nello sconfinamento tra synth horror, soundtrack e noise, in "Casablanca Flamethrower" troviamo la informe urgenza comunicativa che l'artista americano ha saputo riassumere nell'ottimo "Frozen Niagara Falls" (2015, Profound Lore) e nel successivo compendium "Rainbow Mirror" (2017, Hospital Productions - Profound Lore).

Da ascoltare senza interruzioni, dal principio alla fine, mantenendo un volume decentemente alto, rimangono alla mente immagini elettroniche frastagliate, incollate freneticamente una sull'altra, di tanti, troppi, telegiornali e notizie di una cronaca reale lasciata passare in secondo piano nel nostro cervello. Per non impazzire quotidianamente.

(14/05/2020)

  • Tracklist
  1. Black Iceberg
  2. Peace And Bread Humiliation
  3. D-Day Rape
  4. Normandy Reaper - Snow On The Atlantic
  5. Fucked By Tracers
  6. Beneath The Wheels Of The Black Raven
  7. Most Cannibals Were Women
  8. Dead You Are Already
  9. Corn Cop Pipe Butcher
  10. Guadalcanal Necrophilia
  11. The Thrust Of The Spear
  12. Sphere From Christ's Side
  13. Directionless World
Prurient su OndaRock
Recensioni

PRURIENT

Rainbow Mirror

(2017 - Profound Lore)
Il progetto noise compie vent'anni con una monolitica summa dark-ambient

PRURIENT

Frozen Niagara Falls

(2015 - Profound Lore)
Tra mesto distacco e lucido martirio, Mr. Fernow torna con uno dei suoi lavori più ambiziosi

PRURIENT

Through The Window

(2013 - Blackest Ever Black)
Mr. Fernow approfondisce le sue indagini in pieno territorio minimal-techno

PRURIENT

Oxidation

(2012 - Hospital Productions)
Titanismo harsh-noise in uno dei dischi più brutti di Dominick Fernow

PRURIENT

Wrapped In The Flame Of Illusion, Masked In The Clay Of Behavior

(2012 - Dais Records)
Ancora un lavoro minore per il musicista americano, nato durante la realizzazione di "Bermuda Drain" ..

PRURIENT

Tiger Smells a Corpse

(2012 - Hospital Productions)
Dominick Fernow ancora alle prese con la materia urticante dell'harsh-noise

PRURIENT

Bermuda Drain

(2011 - Hydra Head)
Dopo l'esperienza con Cold Cave, Dominick Fernow rinnova il suo sound, mostrando ancora poca convinzione ..

PRURIENT

Annihilationist

(2011 - Hospital Productions)
Dominick Fernow ritorna con una cassetta di un'ora contesa tra droni rumoristi e power-electronics ..

PRURIENT

Rose Pillar

(2009 - Heartworm Press)
Disco piuttosto sottotono per il noiser americano

PRURIENT

And Still, Wanting

(2008 - No Fun Productions)
Il feroce dispaccio harsh-noise dalla terra dei tormenti di Fernow

PRURIENT

Arrowhead

(2008 - Editions Mego)
Divertissment estemporaneo e superfluo per Dominick Fernow

News


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.