The Very Most

Needs Help

2020 (Kocliko) | twee.pop

Eterno rifugio degli ultimi visionari pop, la scena twee-pop sembra non avere ancora esaurito il proprio fascino naif, grazie anche a quel lieve senso d'inadeguatezza che ne anima il lirismo fragile e per tal ragione autentico. Stile avulso da quella spasmodica voglia di successo che anima gli autori pop, spesso confinante con l'indie-rock, questo bistrattato sottogenere musicale, frangia estrema del DIY, innocentemente devoto sia al primo rock'n'roll che al romanticismo pop dei Sixties, ha messo radici anche nella generazione post-punk, tra richiami jangle-pop e briciole di quel sophisti-pop tanto caro ai promotori di etichette come C86, Postcard Records, El e Sarah Records, queste ultime autentici baluardi dei sostenitori del twee-pop, ovvero di quella musica considerata stucchevole, leziosa, sdolcinata, in verità pura, genuina e soave.

Con cinque album e otto Ep all'attivo, la band dei The Very Most è uno dei tesori nascosti della scena pop americana. Un progetto che l'artefice Jeremy Jensen (da Boise nell'Idaho) di recente condivide con Jim Rivas, conosciuto durante un tour in Irlanda.
"Needs Help" è un disco particolarmente importante per il musicista americano, essendo il primo album di inediti a dieci anni di distanza da "A Year With The Very Most", seconda pubblicazione per l'etichetta spagnola Kocliko, a quattro anni da "Syntherely Yours", un disco dove Jeremy si è divertito a reinventare in chiave synth-pop nove delle sue prime canzoni con l'aiuto di altrettanti vocalist e una copertina caratterizzata dal palese richiamo ad "Architecture & Morality" degli Orchestral Manoeuvres In The Dark.

Anche per "Needs Help" Jensen ricorre a un vasto campionario di vocalist, scelta incoraggiata anche da una scrittura più variegata e ardita, che ha spinto l'autore verso armonie non sempre alla portata delle personali e limitate capacità vocali. Le dodici tracce percorrono con gentilezza e intelligenza quel fragile mondo pop che lega i Beach Boys ("Her Three-Year Old Laugh Or The Time The Microphones Played In My Living Room") ai Belle and Sebastian ("Songs You Skipped 25 Years Ago (Say So Much)"), pescando in quella terra di mezzo dove hanno trovato asilo gruppi come Beaumont, Camera Obscura, Popguns, Hepburns ("Mirasticles"), e che nello stesso tempo ha foraggiato l'ingegno di band titolate come Smiths ("I Live My Boring Dreams"), Clientele ("To Just Be Good"), Stereolab ("Ten Years From Now Today"), Ride ("It Has To Be Fine") ecc.

È senza dubbio l'album della maturità espressiva, "Needs Help", come dimostrano le armonie jangle-pop intrise di sonorità bucoliche e il cantato angelico (alla voce Cristina Quesada della scuderia Elephant Records) di "Do I Have To Do My Best All The Time?", il minimalismo ritmico dell'effervescente pop alla Stereolab di "That Thing You Like About Yourself (Is Hurting You)" e la splendida intuizione melodica di "The Wrong Skills" (un ponte tra gli Smiths e il Merseybeat): puro artigianato pop, ben al di sopra della media corrente.
È un pop temerario, quello di Jeremy Jensen, pronto a sfidare le sonorità noise dei My Bloody Valentine per addolcirle in strati di tastiere rubate ai Broadcast in "Six Syllables" o lasciarle fluire tra gangli shoegaze e dream-pop stile Sarah Records nella memorabile "Better Fight Fighting".

Con "Needs Help" Jeremy Jensen regala a questi tempi grigi un'iniezione di fiducia, nonché uno dei progetti pop più interessanti del momento. L'album dei Very Most ha il fascino di un esordio e l'equilibrio idoneo per diventare un futuro cult record. Da ascoltare ad ogni costo.

(06/11/2020)



  • Tracklist
  1. Her Three-Year Old Laugh Or The Time The Microphones Played In My Living Room
  2. That Thing You Like About Yourself (Is Hurting You)
  3. Do I Have To Do My Best All The Time?
  4. I Live My Boring Dreams
  5. To Just Be Good
  6. Better Fight Fighting
  7. The Wrong Skills
  8. Six Syllables
  9. Ten Years From Now Today
  10. Mirasticles
  11. It Has To Be Fine
  12. Songs You Skipped 25 Years Ago (Say So Much)




The Very Most on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.