Dan Sartain

Arise, Dan Sartain, Arise!

2021 (One Little Independent) | surf-rock, garage, rockabilly, rock'n'roll

A pochi mesi dalla prematura scomparsa di Dan Sartain, avvenuta lo scorso 20 marzo a soli 39 anni, ecco il primo lavoro postumo che vede la firma del cantante e chitarrista di Birmingham, Alabama. Ma attenzione, non si tratta della solita raccolta di materiale inedito ritrovato nei cassetti e assemblato alla rinfusa (come sovente accade in questi casi), no, in realtà è esattamente l'album al quale Sartain stava lavorando nelle settimane precedenti alla sua scomparsa. In realtà lo aveva anche terminato, e alcune di queste canzoni erano persino già state eseguite dal vivo durante alcuni concerti in solitaria tenuti circa un anno fa. Potete trovarne testimonianza cercando in Rete.

Sartain aveva anche già provveduto a confezionare un paio di videoclip promozionali, che potete trovare in questa pagina, quindi è probabile che nelle intenzioni dell'autore il tutto sarebbe stato pubblicato di lì a poco. Per volere della famiglia di Dan, queste registrazioni diventano oggi il suo testamento artistico, ottenuto senza modificare nulla nei nastri registrati, e specificando che tutti i proventi ottenuti dalle vendite andranno a confluire in un fondo destinato alla giovane figlia di Dan.

Sono in tutto tredici tracce, che non si discostano dall'approccio stilistico che ha caratterizzato l'intero percorso di Sartain, maestro del surf-rock dai tratti vintage, come ben testimoniato dalla brillante "My Best Fit", e dell'utilizzo del tremolo, marchio di fabbrica che emerge in "Dumb Friends".
Dan spazia con nonchalance fra ballad della prateria ("Kisses In The Morning", perfetta da assaporare con un bourbon al tramonto), irresistibili garage-rock'n'roll a due passi dal proto-punk ("True Love") e scatenati rockabilly ("Foreman Grill"), lasciando ai posteri persino una potenziale hit da circuito alternativo ("I Don't Care").

(05/12/2021)

  • Tracklist
  1. You Can't Go Home No More
  2. People Throwing Stones In Glass Houses
  3. I Don't Care (Ooh, La La La)
  4. Rooster In The Henhouse
  5. I Heard Laughing
  6. Kisses In The Morning
  7. True Love
  8. My Best Fit
  9. Fires And Floods
  10. Dumb Friends
  11. Foreman Grill
  12. Personal Injury Law
  13. Daddy's Coming Home






Dan Sartain su OndaRock
Recensioni

DAN SARTAIN

Dan Sartain Vs Sun Studio

(2020 - autoprodotto)
Il resoconto di una serata di appassionate session presso gli storici studi di Memphis

DAN SARTAIN

Western Hills

(2020 - Autoprodotto)
Quattordici traditional country & western rivisitati dal cantante e chitarrista americano, scomparso ..

DAN SARTAIN

Century Plaza

(2016 - One Little Indian)
La svolta elettronica di Dan Sartain

DAN SARTAIN

Dudesblood

(2014 - One Little Indian)
Le nuove avventure del rocker dell'Alabama nell'ennesimo distillato esplosivo made in Usa

DAN SARTAIN

Legacy Of Hospitality

(2011 - One Little Indian)
Retrospettiva con outtake, demo, cover e versioni alternative per il cantante più pulp dell'Alabama ..

DAN SARTAIN

Lives

(2010 - One Little Indian)
A quattro anni da "Join", ritorna il rocker più pulp dell'Alabama con il suo ..

News
Dan Sartain on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.