Federico Mosconi

Dreamers And Tides

2021 (Dronarivm) | ambient-drone, elettroacustica

Esiste una duplicità evidente nelle formulazioni ambientali di Federico Mosconi, una compresenza di umori inquieti e umbratili a cui si contrappone una delicata attitudine contemplativa. Sono istanze complementari, confluite nelle pubblicazioni più recenti in itinerari caratterizzati da un marcato prevalere dell’una sull’altra. In questo nuovo album, le due anime del musicista veneto tornano nuovamente a fondersi in un unico universo sonoro definito dall’equilibrata alternanza di elementi sensoriali di consistenza tangibile e frequenze atmosferiche astratte e indefinite.

Come visioni che nascono dal sogno e ritornano alla realtà rimodellandone i tratti, i flussi generati dalla combinazione di reiterazioni sinuose, risonanze luminose finemente modulate e trame di chitarra pienamente riconoscibili costruiscono un immaginario ipnagogico ammaliante e avvolgente. Riecheggiando l’immagine di copertina, la massa sonora si muove cullante e senza sosta come le increspature di un mare privo di confini. È uno sviluppo lento tra atmosfere mutevoli a scandire l’evoluzione delle sei tracce, traiettorie emozionali nutrite da un controllato contrasto, che nei frangenti più saturi riportano alla Venezia di Fennesz  o alle impennate del Tim Hecker più solenne (“Beyond The Big Horizon”, “Rust On Shadows”).

Tra l’espandersi di questi movimenti eterei emergono a tratti improvvise linee melodiche (“Dance Of Slow Waters”), che malgrado possano risultare avulse, in realtà si riconnettono al tono generale del viaggio, rafforzandone il senso di straniamento generato da un costante avanzare in bilico tra leggerezza onirica e vivida concretezza. Ne scaturisce un disco intenso ed elegiaco, una piacevole deriva in un territorio sospeso dove lasciare fluire libero il pensiero in balia di un suono rigenerante.

(18/03/2021)

  • Tracklist
  1. Beyond the Big Horizon
  2. Braiding Light
  3. Dance of Slow Waters
  4. Rust on Shadows
  5. Dreamers and Tides
  6. Colours Chase
Federico Mosconi su OndaRock
Recensioni

FEDERICO MOSCONI

Light Not Light

(2019 - Shimmering Moods)
Una composizione densa ed elementale nelle visioni ambient del talento nostrano

FEDERICO MOSCONI

Colonne di fumo

(2017 - KrysaliSound)
Secondo album al confine tra ambient ed elettroacustica per il musicista veneto

FEDERICO MOSCONI

Acquatinta

(2014 - Psychonavigation - Tranquillo)
Un nuovo talento italico nella schiera del catalogo Psychonavigation

Federico Mosconi on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.