La MunicipÓl

Per resistere al tuo fianco

2021 (iCompany/ Artist First) | indie-pop

Il percorso che La Municipàl aveva inaugurato nel 2020 con la diffusione di numerosi singoli ha assunto via via sembianze sempre più ampie, trasformandosi fisiologicamente in “Per resistere al tuo fianco”, il quarto full-length del sodalizio che raccoglie tutto il materiale pubblicato nei mesi precedenti con l’aggiunta di ulteriori inediti.
L’album è una veemente affermazione di lotta e amore, del tempo che scorre e di ciò che realmente rappresenta la base dell’esistenza. Rispetto ai precedenti lavori, si scorgono segnali che avvicinano i suoni proposti a ciò che Carmine e Isabella Tundo propongono nelle esibizioni dal vivo, riprendendo, con estrema attendibilità, i metodi artistici fondati sulla ricerca di autenticità e genuinità delle passioni.

La verve autorale - decisamente baustelliana - di Carmine nel descrivere con lucidità inquiete e tastabili vicende personali, miste a tratti di colto citazionismo, è ormai un marchio di fabbrica consolidato. Le nuance autobiografiche mostrano, ora più che mai, una consistente maturità, non solo artistica, dove l’autore e l’uomo sembrano procedere in perfetta simbiosi, modificando le proprie attitudini sul rispettivo campo d’azione.
Ciò che appare più evidente rispetto al passato è un processo sonoro più solido, quasi arrabbiato. I brani sembrano allacciati sia dal punto di vista concettuale che negli accordi e nelle sfumature. Una veste indossata perfettamente su tematiche romantiche e oscure, che si occupano di storie d’amore che si rincorrono negli anni come in un loop temporale (“La terza stagione di Dark”), violente azioni liberatorie che fungono da atto catartico (“Al diavolo”) o come quando per la prima volta si trovano le parole giuste e le si fanno defluire come un travolgente fiume in piena (“Canzone d’addio”).

I momenti più intimi non mancano. La malinconica ballata folk “Se io fossi come te cambierei il mondo” è spalleggiata dalle delicate costruzioni vocali costruite da Carmine e Isabella di cui si alimenta “Finisce qui”, indirizzata sulle piacevoli intuizioni che si palesano quando il peggio è passato, o come avviene in “Che cosa me ne faccio di noi”, dove la descrizione di rapporti giunti all’amara conclusione non è vista negativamente, ma come un nuovo inizio, una rinascita.
La solitudine dipinta nell’ombra di “Fuoriposto”, gli amari ricordi che tornano quando sembravano sepolti nel nulla di “L’Orsa Maggiore” o l’importanza nel comprendere quanto sia necessario condividere un rapporto, benché si simuli di vivere al meglio anche da soli (“Quando crollerà il governo”), sono la perfetta cartina di tornasole dell’efficace profondità d’analisi che il duo salentino ha decisamente migliorato nel corso degli anni.

La Municipàl è un progetto in evoluzione. Brani veri che si affacciano continuamente tra la necessità di riflettere su problemi esistenziali e la voglia di reazione, ma sempre canalizzati su percorsi prettamente malinconici.
Che sia davvero questa l’ambizione giusta per vivere al meglio per resistere a tutte le difficoltà, alle mode, alle persone - parafrasando i contenuti espressi nel disco – e fortificando sempre di più la propria personalità?
Le tendenze vanno e vengono, anche le più travolgenti, ma forse le canzoni de La Municipàl sono destinate a germogliare all’infinito attraverso inesauribili cicli transitori, proprio come accade ai protagonisti della terza stagione di "Dark".

(27/08/2021)

  • Tracklist
  1. Per resistere al tuo fianco
  2. Per resistere alle mode
  3. Se io fossi come te cambierei il mondo
  4. La terza stagione di Dark
  5. Finisce qui
  6. L'Orsa Maggiore
  7. Al diavolo
  8. Quando crollerà il governo
  9. Fuoriposto
  10. Canzone d'addio
  11. Che cosa me ne faccio di noi


La MunicipÓl su OndaRock
Recensioni

LA MUNICIPÓL

Bellissimi difetti

(2019 - iCompany/Iuovo)
Il pop d'autore di Carmine e Isabella Tundo in tredici nuovi manifesti generazionali

La MunicipÓl on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.