Starla

Ep 1

2021 (White Rock) | alt-rock

Era il 2008 quando gli Starla pubblicarono il primo omonimo disco. Dopo quel promettente passo, la formazione romana ha impiegato ben tredici lunghi anni per giungere al secondo atto, concretizzatosi in quattro Ep che saranno diffusi nei prossimi mesi, in pratica un album che si auto-comporrà gradualmente nel tempo.
La proposta confezionata dagli Starla conferma una forma di rock cantato in italiano (non è mai una scelta semplice) dalle sfumature psichedeliche, che si riallaccia con forza ai suoni che caratterizzarono la scena “alternative” degli anni 90.

Non è un caso che mutuino il proprio nome da una canzone degli Smashing Pumpkins, fra le band più amate in quel decennio: “Starla” figurò come B-side del singolo “I Am One” e successivamente venne inserita nella raccolta di outtake “Pisces Iscariot”. Alessandro Giovannini ci mette la voce, Giulio Chidini suona il basso, Gianluca Giannasso la batteria, Stefano Tarsitani (titolare anche dell’artwork di copertina) e Gianluca Giordano si sono occupati delle chitarre elettriche.

Il sound è potente e sincero, ma lascia spazio anche a morbide ballate che sanno riportarci indietro nel tempo. Una sorta di “fragorosa nostalgia”, che colpisce al cuore senza mai lesinare sulle opportune dosi di energia. Un’emissione che non si pone certo l’obiettivo di inseguire il trend del momento, ma che intende rispettare lo stile di un gruppo che al momento è costretto, come tutto il resto del settore, a un lavoro esclusivamente in studio. In attesa di poter tornare su un palco, le due prossime release sono già schedulate per l’estate e l’autunno di quest’anno.

(15/04/2021)

  • Tracklist
  1. Sei come me
  2. Glicine
  3. Congegno
  4. Piuma
Starla on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.