Steel Woods

All Of Your Stones

2021 (Woods/Thirrty TIgers) | southern rock, rock-blues

Una curiosa coincidenza ha voluto che ben due dischi di southern rock occupassero il mio lettore negli ultimi giorni, ponendo più di un quesito sullo stato di salute della musica americana. Da un lato c’è l’ultimo disco dei Blackberry Smoke, una band decisamente più ancorata alla tradizione roots e al southern-boogie e da tempo una delle formazioni di maggior successo, dall’altro gli Steel Woods che alla musica dei Lynyrd Skynyrd connettono una corposità rock più affine alla tradizione rock-blues dei Led Zeppelin.

Lecito e naturale che nel descrivere il terzo album della band americana, “All Of Your Stones”, si ricorra a termini come retrò o nostalgico, aggettivi che ricorrono nel novanta per cento delle recensioni attuali. Frutto invece di un’analisi accurata, il termine “minore” ben si addice a un disco tanto onesto quanto prevedibile.
La morte del giovane leader e autore del gruppo Jason Cope suggerisce quantomeno un’attenzione a quanto offerto da “All Of Your Stones”; le atmosfere cupe e ingombranti che segnano il finale di ”You're Cold” e che introducono la struggente rock-ballad “You Never Came Home” hanno un loro perché.
La scrittura di Cope è ben lontana dalle pulsioni hard-rock degli inizi: l’intensità poetica di brani come “Ole Pal”, sottolineata dall’interazione tra il dobro e il violino, e la sobria e profonda malinconia di “Run On Ahead”, graziata ulteriormente dal suono del mandolino, mettono in evidenza una mano sempre più sicura e giustificano qualche rimpianto per la scomparsa del musicista, il cui percorso evolutivo era appena iniziato e che sicuramente avrebbe dato ulteriori buoni frutti.

I riff corposi e i robusti incipit chitarristici dei primi due album non sono scomparsi (ripescati in pieno per la cover di un brano dei Lynyrd Skynyrd, “I Need You”), ma sono stati assorbiti da un suono dinamico e leggermente più drammatico ed epico (“Aiming For You”), che purtroppo gli Steel Woods non evolvono sempre con originalità o freschezza, lasciando prevalere una sensazione di già sentito che, insieme alle tonalità più dolenti, grava su un disco stilisticamente perfetto, ma troppo simile a tanti altri album minori per potere essere apprezzato fino in fondo.

(21/09/2021)

  • Tracklist
  1. Intro
  2. Out Of The Blue
  3. You're Cold
  4. You Never Came Home
  5. Ole Pal
  6. I Need You
  7. Run On Ahead
  8. Baby Slow Down
  9. Aiming For You
  10. All Of Your Stones


Steel Woods on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.