The Reds, Pinks & Purples

Uncommon Weather

2021 (Tough Love / Slumberland) | indie-pop

Terzo album per il progetto DIY di Glenn Donaldson (Skygreen Leopards, Art Museums) sotto il moniker The Reds, Pinks & Purples, dopo l’ottimo mini-Lp “You Might Be Happy Someday”, pubblicato una manciata di mesi fa. Registrato ed eseguito quasi interamente dal prolifico cantautore americano e rilasciato a una sola settimana di distanza dal suo interessante progetto parallelo Painted Shrines - insieme al vecchio sodale Jeremy Earl (Woods) - “Uncommon Weather” è un viaggio nella più profonda delle autoanalisi, che utilizza come punto d’osservazione l’evoluzione sociale della sua San Francisco, luogo nel quale vengono collocate vicende private che vanno da gravi perdite e pesanti problemi di salute alla dissertazione su variegate questioni culturali.

Il disco si apre in tono melodico e sfocato con "Don't Ever Pray In The Church On My Street", brano nel quale Donaldson riflette sul concetto di felicità prima di stabilire che "tutto è importante quando il panico ti colpisce e la paura ti afferra". Segue il dream-pop di "I Hope I Never Fall in Love", una miscela che raccoglie ingredienti da RemTeenage Fanclub e Shins, dove è la tristezza a prendere il sopravvento nel ricordo di una persona ormai estranea alla vita del protagonista.
La title track ricorda la freschezza indie-pop dei Pains Of Being Pure At Heart, con armonie malinconiche e testo immaginifico e viscerale, mentre la piacevole “A Kick in The Face (That's Life)” procede con tono autoironico, in mezzo a una selva di chitarre effettate, a delineare gli sforzi profusi per interrompere un tossico legame sentimentale, prima che le ritmiche da ballata elegiaca e fatalista à-la Cure di “I'm Sorry About Your Life" continuino a pressare sul mal d’essere.

C'è un fugace tuffo nella surf music in "The Record Player And The Damage Done", che presto si appropria dei suoni operai blue collar di Springsteen e Brian Fallon, finché lancinanti e sanguinose lacrime drakeiane zampillano dall'emotività di “Pictures Of The World”, regolata da un fiorente assolo di chitarra, per quanto in "Life At Parties" si intravvedano anche rimandi a Craig Finn e ai suoi Hold Steady nel disquisire, con tenerezza, su pensieri consolatori e d’incoraggiamento.
L’ossessivo mantra della lettera d’amore "The Songs You Used To Write" conduce alla conclusiva "Sympathetic", un pezzo autobiografico intriso d’indulgenza e solidarietà.

Con accenni al cantautorato più classico e melodico utilizzato per trattare profonde e concrete argomentazioni su amore e affetti, "Uncommon Weather" è una collezione brillante che analizza, con efficacia, alcune problematiche esistenziali senza avvalersi di schemi tecnici particolarmente innovativi, ma amalgamando, con accurata perizia, alcuni consolidati stilemi musicali che Donaldson dimostra di padroneggiare alla perfezione.

(14/04/2021)

  • Tracklist
  1. Don't Ever Pray In The Church On My Street
  2. I Hope I Never Fall In Love
  3. The Biggest Fan
  4. Uncommon Weather
  5. A Kick In The Face (That's Life)
  6. I Wouldn't Die For Anyone
  7. I'm Sorry About Your Life
  8. The Record Player And The Damage Done
  9. Pictures Of The World
  10. Life At Parties
  11. Sing Red Roses For Me
  12. The Songs You Used To Write
  13. Sympathetic




The Reds, Pinks & Purples on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.