Vertigoaway

Beisolhof Vol. III

2021 (2321786) | drum'n'bass, break-core, hexd

Beisolhof is the chaos in my head I'm trying to translate into music

Vertigoaway è un progetto nato in Florida sul quale è impossibile raccogliere molte informazioni, se non che ne è titolare un ragazzo dai capelli lunghi, l'aspetto nerdy e una fissazione con Neon Genesis, Evangelion e videogame. Nato e cresciuto su SoundCloud e Bandcamp, vale a dire i luoghi prediletti degli inguaribili bulimici dell'ascolto, il progetto ha dato vita a una serie già notevole di pubblicazioni in formati vari.

La serie "Beisolhof" è particolarmente interessante nel suo svolgersi caotico e frenetico, capace di rileggere a suon di distorsioni e bitcrusher selvaggi drum'n'bass, break-beat e trance secondo un'estetica futuristica e nostalgica che deve più di qualche tratto alla corrente vapor-wave. Voci deformate, atmosfere surreali, volumi travolgenti oltre a iniezioni di tecniche di produzione chopped and screwed, che tagliano e riassemblano i suoni esagerando in compressione e glitch, sono altri elementi caratterizzanti.
Facile perdere il conto delle nuove etichette coniate dagli appassionati di musica, ma quando servono a delimitare dei territori stilistici particolari, allora il gioco vale la candela. Questa volta è il turno di hexd, una nascente nicchia stilistica, con appena una manciata di anni di vita, nella quale rientra parte di quanto proposto da Vertigoaway, compreso il secondo e anche questo terzo capitolo della serie "Beisolhof". Quattordici brani che sono lanciati a velocità folle su una monorotaia ritmica che sembra spesso sul punto di deragliare.

"V⁰ - beisolhof moon exposure" lascia frullare
break a 200 bpm per lasciare a "V¹ - metora purification process" il compito di recuperare l'anima trance in un quadro alieno e futuristico: è un uno-due d'apertura di grande impatto. Poi, spesso, ci si concede all'assordante ("V² - metora infused flesh", "V⁵ - BEISOL-BEAST", "V⁹ - core of the moon"), si vira verso il supersonico parossistico  ("V³ - girl made on the moon", "V⁰⁰ - metora overload") e diverse altre volte si assiste a deformazioni allucinogene e coloratissime ("V⁶ - eye in the metora vapor", "V¹⁰ - an alternate moon"), a tratti demenziali ("V⁴ - vera's chrome consciousness").
La sintesi ideale giunge forse con "V¹¹ - rain falling on the beisolhof moon", imprendibile proiettile in cui la distorta mitragliatrice ritmica contrasta con una malinconica linea melodica, prima che un improvviso arresto faccia riconfigurare tutto prima come un ossessivo ballabile velocizzato e quindi come una mattanza night-core spaccatimpani.

Interessante prodotto di una scena tanto circoscritta quanto curiosa e vivace, questo terzo volume della serie "Beisolhof" è una buona occasione per lanciarsi su un adrenalinico, disorientante ottovolante musicale. Chiaramente sconsigliato ai deboli di cuore.

(17/02/2021)



  • Tracklist
  1. V⁰ - beisolhof moon exposure
  2. V¹ - metora purification process
  3. V² - metora infused flesh
  4. V³ - girl made on the moon
  5. V⁴ - vera's chrome consciousness
  6. V⁵ - BEISOL-BEAST
  7. V⁶ - eye in the metora vapor
  8. V⁷ - beisolhof field radiance
  9. V⁸ - foundation's intention
  10. V⁹ - core of the moon
  11. V¹⁰ - an alternate moon
  12. V¹¹ - rain falling on the beisolhof moon
  13. V⁰⁰ - metora overload
Vertigoaway on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.