ADULT

Becoming Undone

2022 (Dais) | synth-wave, electro-punk

Una band di Detroit che sposa le oscure tribolazioni del synth-punk con uno spessore culturale e musicale che evoca DAF, Martin Gore e Fisherspooner è argomento sensibile e non privo di un certo interesse.
I due superstiti della formazione originale, Adam Lee Miller e Nicola Kuperus, inseguono da un ventennio un’identità artistica ben definita, restando a metà strada tra una versione da gameboy di Siouxsie & The Banshees e una variante electroclash dei Ladytron.

“Becoming Undone” è un disco ricco di riflessioni sull’era post-Covid, un racconto straziante, inquieto, aspro, un’amara e cruda analisi delle ossessioni e dell’egoismo imperante, scandito da ossessive e compulsive trame elettro-punk (“I Am Nothing”, “Undoing/Undone”) e da un nichilismo sonoro che non lascia indifferenti (“Normative Sludge”).
Le concessioni all’estasi della dance e della trance sono esigue rispetto al passato (“Fools (We Are...)”, “Our Bodies Weren't Wrong”), mentre i tentativi di affondare le sonorità in meandri più ricercati e sperimentali non sempre funzionano (“She's Nice Looking”), l’angoscia si traduce in ripetitività fine a se stessa (“I, Obediant”) e le pur intelligenti architetture sonore restano in un limbo dorato.

Kupersus e Miller hanno senz’altro ancora molto da dire, la coerenza è dalla loro parte, inoltre possono vantare la realizzazione di uno dei video più belli dell’anno in corso, ma “Becoming Undone” è un disco apprezzabile più per l’impegno e il rigore ideologico che non per il risultato finale.

(19/11/2022)

  • Tracklist
  1. Undoing / Undone
  2. Our Bodies Weren't Wrong
  3. Fools (We Are...)
  4. Normative Sludge
  5. I Am Nothing
  6. She's Nice Looking
  7. I, Obediant
  8. Teeth Out Pt. II


ADULT. su OndaRock
Recensioni

ADULT.

Perception Is/As/Of Deception

(2020 - Dais)
Il duo in una fusione domata tra sonorità electro wave, Ebm e una soffocante ansia punk

ADULT.

The Way Things Fall

(2013 - Ghostly International)
Il synth-pop oscuro e nostalgico del duo di Detroit alla quarta testimonianza discografica

ADULT sul web