Dope Lemon

Rose Pink Cadillac

2022 (Angust Stone for BMG) | psych-pop

Un prato ben tosato pieno di ciabatte lasciate a scottarsi al sole, una piscina con i materassini gonfiabili a forma di fenicottero, nelle mani di tutti cocktail dai colori accesi e poco raccomandabili, ma dannatamente trendy. "Rose Pink Cadillac" è un disco che ci porta lontano anni-luce dal grigio inverno pandemico che lo vede debuttare sul mercato in una delle sue settimane più fredde.
Dopo essersi dilettato con il folk-psichedelico dei primi due dischi solisti a nome Dope Lemon, Angus Stone (sì, proprio lui, il fratellone del duo Angus & Julia Stone) questa volta ci traghetta in un'indolente estate soft-soul bruciata dal sole e stonata da alcol e ganja. Il soul-pop sbilenco guidato dalle chitarre della title track "Rose Pink Cadillac" e la vocoderata "High Rollin" rimandano alla melassa psichedelica di Connan Mockasin, con un risultato un pelo meno spiaccicato al suolo; mentre brani come "Howl With Me" e "Stingray Pete", pur assolati e sensuali, si lasciano inecrespare da finali chitarristici vagamente blues.

Nonostante testi molto brevi, che all'occorrenza vengono reiterati circolarmente, molti dei nuovi brani dell'australiano utilizzano minutaggi molto superiori ai quattro minuti e strutture ripetitive per essere sicuri di appiccicarsi in testa. In questo Stone si rivela molto vicino ai pigri mantra chitarristici di Kurt Vile, che nella psichedelica e americaneggiante "God's Machete", un brano guidato da un basso e da una ritmica sciamanica e poi attraversato da una chitarra rovente, diventa un riferimento davvero vicino. La succitata "God's Machete" è l'unica canzone che si allontana dal sogno a occhi aperti del disco, che per il resto vive di episodi dolci e densi come sciroppo; "Kid's Falling In Love" e "Lovesick Brain", ad esempio, o un'appena più movimentata "Everyday Is A Holyday", con tanto di intervento rap di Winston Surfshirt.

Il finale disgregante e nebbioso affidato a "Shadows In The Moonlight" porta il minutaggio del disco a oltre 53 minuti, una durata a conti fatti un po' pesante. Il problema è probabilmente proprio il brano in questione, giacché fino al suo momento il disco scivola lentamente ma con gran gusto.
Insolitamente per un'uscita del genere, molte delle canzoni di "Rose Pink Cadillac" stanno facendo grandi numeri sulle piattaforme streaming e noi non possiamo che accodarci al coro degli entusiasti e augurarci che Dope Lemon azzecchi presto i suoi iconici sticker a forma di limone sulla copertina di un quarto disco.

(11/01/2022)

  • Tracklist
  1. Rose Pink Cadillac
  2. Kids Fallin' In Love
  3. Howl With Me
  4. Stingray Pete
  5. Sailor's Delight
  6. Every Day Is A Holiday (feat. Winston Surfshirt)
  7. Lovesick Brain
  8. High Rollin (feat. Louise Verneuil)
  9. God's Machete
  10. Shadows In The Moonlight


Dope Lemon on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.