Garcia Peoples

Dodging Dues

2022 (No Quarter) | psych-rock, jam session

Impossibile non voler bene ai Garcia Peoples, tantomeno difficile liquidare in poche parole l’ultimo album della band americana, “Dodging  Dues”.
I fan dei Grateful Dead hanno molti motivi per eleggerli a loro paladini della scena contemporanea: lo spirito da jam session, abbinato a una scrittura agile e non ripetitiva, a una psichedelia avvolgente, nonché all’estrema cura dei suoni in fase di produzione, rendono la band del New Jersey meritevole dell’appellativo di popolo di Garcia: ovviamente stiamo parlando di Jerry Garcia.

L’altro elemento a favore del gruppo è la ramificazione in generi non proprio attigui come il punk. Si ascoltino la furia armonica e chitarristica di “Fill Your Cup” e il progressive e le sinuose e lisergiche dilatazioni sonore di “Here We Are”, nonché il ruolo catartico del flauto in “Cassandra”.
Con Matt Sweeney al banco di produzione e un minutaggio complessivo poco oltre i trenta minuti, i Garcia Peoples sfoderano tutta la loro abilità strumentale e nello stesso tempo fortificano il fronte vocale con un deciso passo verso l’intensa coralità di Crosby, Stills, Nash & Young.

Confrontarsi con tanta grazia non è una sfida facile, ma la band americana da anni ha tracciato un percorso quantomeno personale, e “Dodging Dues” non fa altro che confermarne le doti. Questo avviene in particolar modo nella deliziosa intersezione chitarristica dell’elegantissima “Cold Dice”, che anticipa gustose divagazioni sul tema nella sua resa live.
Stessa sorte è prevedibile per la ballata in stile Allman Brothers Band “Tough Freaks”, che più di altri beneficia dell’affiatamento vocale dei musicisti, ed è quasi naturale pensare ai due pezzi appena citati come parte di un potenziale trittico che trova nel breve assolo chitarristico di “Stray Cats” il giusto epilogo.

Incorniciato da un leggero graffio boogie-rock (“False Company”) e dalla già citata “Fill Your Cup”, il quinto disco dei Garcia Peoples resta purtroppo imprigionato dalle dinamiche da jam session. Pur apprezzando la volontà di condensare tanta abilità in canzoni brevi - un solo brano oltre gli otto minuti e il resto sotto i quattro minuti e mezzo - si fatica a trovare qualcosa da consegnare ai posteri: non c’è un’intuizione lirica o armonica che lasci veramente il segno, la prevedibilità spesso fa capolino, scortata da un po’ di noia. Per quanto non ci sia nulla di cui dolersi durante l’ascolto di “Dodging Dues”, non c’è nemmeno nulla che faccia gridare se non al miracolo, quantomeno a un piccolo momento di pura estasi.

Impossibile non voler bene ai Garcia Peoples, altrettanto difficile consigliare il loro ultimo album a chi non è fan del genere.

(28/02/2022)

  • Tracklist
  1. False Company
  2. Cold Dice
  3. Tough Freaks
  4. Stray Cats
  5. Here We Are
  6. Cassandra
  7. Fill Your Cup
Garcia Peoples su OndaRock
Recensioni

GARCIA PEOPLES

Nightcap At Wits' End

(2020 - Beyond Beyond Is Beyond)
L'evoluzione della band americana verso sonorità più ambiziose, nell'album più completo ..

Garcia Peoples on web