Taughtme

Laugh On Me

2023 (Clumsy Congregation)
alt-pop, baroque-pop, songwriter

Compositore, produttore e sound designer, Blake Aaron Henderson è ormai da tempo dedito al ruolo di compositore di musica per campagne pubblicitarie, attività che gli permette di poter vivere dignitosamente e di dedicarsi al ruolo più congeniale di cantautore sotto lo pseudonimo di Taughtme.

Sono passati in verità ben 10 anni dall’ultimo “Am I Old”, un progetto realizzato con una sezione archi e primo passo verso uno stile più elaborato e lontano dagli esordi lo-fi in chiave folktronica. “Laugh On Me” è un album compiuto, un progetto che l’artista americano ha realizzato in Islanda con l’aiuto di Úlfur Hansson e di ben tredici musicisti che si sono avvicendati in studio: tra gli altri Alabaster DePlume, Samuli Kosminen e Gýða Valtýsdóttir dei Múm, Tom Monger dei Florence and The Machine e Piero Perelli.
Blake Aaron Henderson ha comunque affidato al singolo “In The Body” il compito di introdurre l’ascoltatore in un universo poetico molto personale: la canzone è nata come regalo per la propria fidanzata, ma la ballata chamber-folk, sospesa su una malinconica samba-soul, ha assunto pian piano le sembianze più spirituali di una preghiera laica, dove l’autore racconta il difficile rapporto con la sessualità come figlio di genitori devoti mormoni e della spada di Damocle rappresentata dalla spondilite anchilosante, malattia autoimmune che crea un’invalidante rigidità fisica.

Il progetto Taughtme è solo sulla carta l’ennesimo album cantautorale in chiave alt-pop. La complessa tessitura di arpeggi strumentali (“Settle”), il contrappunto della chitarra acustica che modera la ricca struttura armonica (“Sorry Maybe”), la fluida e particolare voce dell’autore conferiscono alle undici canzoni un respiro e  una leggerezza che tengono abilmente lontano lo spettro della prevedibilità di molti autori alt-folk.
Taughtme nutre le proprie composizioni di caduche dissonanze e atmosfere algide (“Invitation”), offre spazio ai vari ospiti con brani che godono di una scrittura tanto sicura e matura quanto esplorativa, come la title track, con un eccellente Alabaster DePlume a supporto, passando da cristalline canzoni pop-soul (“Cuddle”) a stranianti e articolate sonorità elettro-folk dove si arenano echi di culture lontane (“Your Body Is Yours”).

Per quanto sia naturale scorgere dei richiami (tra i tanti citati da alcuni comunicati stampa Bon Iver, Talk Talk ed Elbow) la musica di Taughtme resta peculiare e non facilmente catalogabile. “Laugh On Me” è, in definitiva, un disco perfetto per chi si sente assuefatto dalla prevedibilità di molta produzione contemporanea. La teatralità camp del delizioso dream-pop di “Shutter Up”, un noir teatrale, e la rarefatta e struggente “When I Calm Down” segnano due momenti atipici e peculiari di uno stile che, oltre a una ricca messa in scena di elementi strumentali, possiede anche una potente forza narrativa.
E’ evidente che per Taughtme quest’album rappresenta una messa a nudo di passioni, ardori e debolezze di un uomo che vive d’arte. “Laugh On Me” è un disco che mette insieme arte della composizione e architettura del suono, con contrasti tra melodie folk più terrene e intricate stratificazioni elettroniche che a volte suonano magici (“My Beautiful Friend”), più spesso alquanto imprevedibili e affascinanti (“Imaginary Crimes”).

19/04/2024

Tracklist

  1. (Invitation)
  2. Laugh on Me
  3. Imaginary Crimes
  4. In the Body
  5. Cuddle
  6. Your Body Is Yours
  7. Shutter Up
  8. Settle
  9. When I Calm Down
  10. My Beautiful Friends
  11. Sorry Maybe




Taughtme sul web