Chris Potter

Eagle's Point

2024 (Edition)
jazz

Chris Potter, classe 1971, è tra i musicisti più prolifici della sua generazione. Difficile trovare due dischi in cui il sassofonista americano suoni con la stessa formazione. Dopo le collaborazioni con Joe Lovano, Zakir Hussain, Dave Holland, Jason Moran, Pat Metheny, Paul Motian, Dave Binney e molti altri giganti del jazz, il suo nuovo quartetto è una vera e propria all star band che include il pianista Brad Mehldau, il contrabbassista John Patitucci e il batterista Brian Blade. Un supergruppo che si cimenta con una manciata di originali scritti dallo stesso Potter seguendo le regole del cosiddetto modern jazz.
E' una sfida per il sassofonista americano, che finalmente si presenta al grande pubblico del jazz con una scrittura che vuole definire degli standard per gli anni a venire. Così la scelta dei musicisti coinvolti nelle registrazioni: giganti in grado di dare smalto alle sue composizioni.

Mehldau disegna le linee melodiche sopra le quali i sassofoni e il clarinetto di Potter prendono le misure per costruire fughe che non perdono mai di vista le trame costruite da basso e batteria. Proprio la sezione ritmica è l’inconsueta accoppiata in grado di stupire per sintonia e sincronizzazione. L’esuberanza di Blade è la controparte della rigorosa disciplina di Patitucci: due geni a confronto.

Il disco è stato pubblicato dalla gallese Edition di Dave Stapleton in cd e in due diverse edizioni limitate a 250 copie in Lp, una in vinile giallo e verde e una in vinile blu marmorizzato.

18/04/2024

Tracklist

  1. Dream of Home
  2. Cloud Message
  3. Indigo Ildikó
  4. Eagle's Point
  5. Aria for Anna
  6. Other Plans
  7. Málaga Moon
  8. Horizon Dance

Chris Potter sul web