How To Dress Well

I Am Toward You

2024 (Sargent House)
alt-pop, glitch

Da tempo gli album di Tom Krell raccolgono attenzione e rilievo quando vengono annunciati, ma non quando diventano realtà. Colpa di un gap emotivo che accompagna il musicista dai tempi di "Care", disco con il quale ha tentato invano di rinnovare la concezione di pop music restando vittima di quella fascinazione tecnologica che aveva dato sbocco creativo all'ottimo e irripetibile "Total Loss", per poi renderne a tratti esangue il prosieguo.

I dischi di How To Dress Well, nonostante tutto, conservano un loro fascino, e il ritorno in campo con "I Am Toward You" dopo sei anni di silenzio ha il pregio di reinventare in parte il suo straniante dance-pop-soul, con distorsioni e tentazioni nichiliste che ben sottolineano la scelta dell'autore di stare lontano per un lungo periodo dal business discografico.
Colto dalla sindrome elettro-noise di Bon Iver, Krell si cimenta con avventurose e ronzanti incursioni sonore che hanno sia la consistenza vaporosa dei sogni - "Contingency/Necessity (Modality Of Fate)" -, sia il fragore spaventoso degli incubi ("Crypt Substain"). Resta da capire se il nuovo capitolo di How To Dress Well sia un riuscito tentativo di smuovere le acque o un ingegnoso depistaggio che lascia aperte molte strade ma non ne percorre nessuna.

"No Light" è non solo il singolo che ha anticipato l'album, ma anche la sintesi più riuscita delle tante anime di Krell, e "New Confusion" ne riprende le istanze con toni amabilmente riflessivi e potenzialmente aperti a qualsiasi divagazione di stile e di umore. Peccato che a tanta voglia di rinnovarsi corrisponda anche una maggiore autoindulgenza che rende deboli proprio quei brani che dovrebbero attirare il pubblico più distratto: "On It And Around It" e "Nothingprayer" sono due tracce tanto piacevoli quanto innocue e superflue.
Il flusso inarrestabile di loop e field recording di "Song In The Middle" e l'intenso e toccante dialogo tra voce, archi e dissonanze di "A Faint Glow Through A Window Of Thin Bone (That's How My Fate Is Shown)" richiamano però l'ascoltatore a una più attenta e meno superficiale analisi del progetto, grazie ad alcune idee decisamente interessanti.

Il nuovo album di How To Dress Well è ancora una volta spiazzante e stuzzicante, imperfetto e non privo di irritanti anomalie, ma conferma il carattere spericolato di un artista che, nonostante tutto, riesce ancora a farsi amare, anche solo per un breve istante.

12/06/2024

Tracklist

  1. New Confusion
  2. Contingency/Necessity (Modality Of Fate)
  3. Crypt Sustain
  4. No Light (Feat. Anarthia Dlt)
  5. Nothingprayer
  6. On It And Around It
  7. Song In The Middle
  8. Gas Station Against Blackened Hillside
  9. A Faint Glow Through A Window Of Thin Bone (That's How My Fate Is Shown)
  10. The Only True Joy On Earth
  11. A Secret Within The Voice




How To Dress Well sul web