Ms Ensemble

Pets & Therapy

2024 (W.E.R.F.)
chamber-pop, jazz

Terzo album per i Mòs Ensemble, collettivo attualmente formato da otto musicisti provenienti da diverse esperienze artistiche, altresì coinvolti in vari progetti sia da solisti che con altre band. Con "Pets & Therapy" (registrato in parte a Gand in Belgio e in parte a Milano), la formazione mette a fuoco un'infinità di suggestioni con una stratificazione di stili dagli esiti non sempre prevedibili.

A far da guida nell'avvincente viaggio tra chamber-music, pop, folk, avantgarde e jazz sono le voci, Marta Del Grandi, Astrid Creve (voce e mandolino) e Roos Denaver (voce e chitarra), che elargiscono una fluidità e una fragilità emotiva atte a nutrirsi in egual misura di felicità e malinconia.
Gli undici brani sono altrettanti percorsi a ostacoli, in quanto tracce che al primo ascolto non svelano tutto il proprio potenziale. Le composizioni sono simili a un mosaico dove colori e riflessi cangianti non alterano la solidità dell'insieme: ogni brano si differenzia per struttura e progettazione.
Le esternazioni jazz-punk della diabolica "What I Meant" sono in netto e ammaliante contrasto con la straniante dolcezza di "Let's Talk", nonostante ciò entrambe sono avvolte da un'anomala bellezza. Al singolo "Yupla" è concessa un'identità più familiare, un'agile divagazione in stile Broadcast/Stereolab che per un attimo infrange la continua tensione dell'album, subito ripristinata dalla scarna e imprevedibile ballata folk-chamber-jazz di "The Alchemist", che nel lungo finale strumentale si concede alla magia dell'improvvisazione.

Solo quattro minuti e quattordici secondi per "Tardigrade", un autentico compendio del potenziale creativo dei Mòs Ensemble: splendidi intrecci vocali al limite della polifonia, residui psych-folk, scampoli jazz, irriverenza post-punk e alterigia melodica tipica del chamber-pop si fondono e si disciolgono con una freschezza impressionante. Il breve interludio strumentale di "Give Me The Heart To Do What Words Can't Say" anticipa un'altra delle pagine più intense di "Pets & Therapy", la voce dialoga con acerbe sonorità di chitarra, basso e clarinetto, per poi accogliere nel proprio grembo il rombo pesante della batteria e della chitarra, uno shock termico che viene ripristinato e violato con egual maestria ("Come Thick Night").

Che la musica del collettivo belga non sia di primo acchito è evidente già dalle prime mosse. "I Did" è solo sulla carta il brano dal refrain più melodico dell'album, la deflagrazione caotica che ne caratterizza il finale è un sordido avvertimento: nulla è come sembra nella musica dei Mòs Ensemble.
Se avete ancora qualche perplessità, non vi resta che calarvi nella struggente delicatezza di "Red Turtle" o nell'audace folk destrutturato di "The Urge To Stay", due ulteriori preziosi gioielli di un disco tra i più originali della stagione in corso.

16/05/2024

Tracklist

  1. I Did
  2. Yupla
  3. The Alchemist
  4. Karma Plant
  5. Let's Talk
  6. What I Meant
  7. Red Turtle
  8. Tardigrade
  9. Give Me The Heart To Do What Words Can't Say
  10. Come Thick Night
  11. The Urge To Stay


Mos Ensemble sul web