Topographies

Interior Spring

2024 (Dark Entries)
post-punk, coldwave

Quali saranno mai i riferimenti musicali di una band in cui milita Gray Tolhurst, figlio di quel Laurence già membro fondatore (nonché tassello fondamentale) dei migliori Cure? La risposta, neppure troppo scontata (Gray in passato si è cimentato con altre sonorità), non deve comunque farci pensare a un gruppo spudoratamente nostalgico del caro vecchio dark sound. Topographies è infatti un progetto che guarda sì agli 80’s, ma con un occhio rivolto al presente, verso quella scena goth contemporanea alla continua ricerca di nuovi orizzonti emozionali.

Nella primavera interiore del titolo si celano i significati reconditi di questo (secondo) disco: dieci composizioni nelle quali il gruppo di San Francisco ci parla di speranza, di fiori che sbocciano (sulle tombe del passato) e di libertà, qui intesa non come fuga ma come un abbraccio alla bellezza quotidiana della vita umana.
L’approccio eccessivamente freddo di passaggi come “Night Sea” (la devozione cureiana qui è totale) oppure “I Never Understood” non deve trarre in inganno, perché i Topographies sanno come prenderci per la gola, scaldandoci il cuore quando la rotta sembra ormai smarrita.
Se “Arch” è una coltellata al ventre di pura malinconia, “Cleanse”, “1959” e la sontuosa “Red-Black Sun” mettono in circolo delle sensazioni profonde, genuine, figlie di un background assimilato con passione e rispetto. Non solo Cure, dunque, ma anche Chameleons (l’incipit di “Tied”) e Asylum Party (le plumbee atmosfere di “Chain Of Days”), due ulteriori fonti di ispirazione per questi giovani californiani.

Non aspettatevi freschezza e originalità da “Interior Spring”, ma provate comunque a chiudere gli occhi: le occasioni per spiccare il volo non mancheranno, alla luce di una proposta semplice, efficace e priva di qualsiasi presunzione. Dieci brani, dieci nuvole sulle quali adagiarsi comodamente, in attesa di un vento favorevole.

25/02/2024

Tracklist

  1. Night Sea
  2. Arch
  3. Cleanse
  4. Chain Of Days
  5. I Never Understood
  6. Interior Spring
  7. Tied
  8. 1959
  9. Red-Black Sun
  10. Face Of Another

Topographies sul web