Don't box me in

Joni Mitchell

Archives - Volume 2. The Reprise Years

di Mattia Paneroni

Joni Mitchell: “Archives - Volume 2. The Reprise Years (1968-1971)” (5cd Rhino Entertainment Company/Warner Music Group Company, 2021)

Lo scorso 12 novembre è stato pubblicato il secondo volume della serie “Archives”, operazione volta a testimoniare l’evoluzione artistica di Joni Mitchell attraverso la divulgazione di incisioni, per lo più inedite, effettuate in casa, in studio e dal vivo.
A differenza del primo, meraviglioso box set uscito lo scorso anno e focalizzato sugli anni formativi dell’artista canadese, il secondo celebra il quadriennio 1968-1971. “Archives - Volume 2. The Reprise Years (1968-1971)” presenta cinque cd contenenti circa sei ore di registrazioni mai pubblicate in precedenza, molte delle quali funsero da canovaccio per la realizzazione di album importanti come “Song To A Seagull” (1968), debutto solista di Joni, “Clouds” (1969), “Ladies Of The Canyon” (1970) e l’intramontabile “Blue” (1971).

Joni Mitchell - Archives Volume 2Come nell’edizione precedente, anche in questo cofanetto è presente un libro di 36 pagine contenente foto inedite, riproduzioni di biglietti di concerti, setlist, manoscritti, un dettagliatissimo indice dei contenuti e, soprattutto, una lunga e preziosa intervista a Mitchell condotta dal Premio Oscar Cameron Crowe, regista, sceneggiatore, produttore, critico musicale ed ex-collaboratore di riviste quali Creem e Rolling Stone.
Joni racconta di come “Will You Love Me Tomorrow” delle Shirelles contribuì a foggiare la sua idea di amore romantico, del suo primo soggiorno a Manhattan e il ricordo delle gigantesche insalate consumate al Max’s Kansas City, della delusione provocata dai numerosi rifiuti da parte delle produzioni cinematografiche di utilizzare sue canzoni (“Midnight Cowboy”, di cui è presente il demo in questo cofanetto, composta per l’omonima pellicola di John Schlesinger; “Sweet Bird Of Youth”, canzone sulla complessità delle relazioni, offerta a Warren Beatty per “Shampoo”, da lui rigettata con la motivazione che fosse “una buona canzone per il film sbagliato” e che, con tutta probabilità, sarà contenuta nel terzo volume della serie), dei demo incisi nell’appartamento di Chelsea che condivideva con Jane Lurie, amica e road manager, del fondamentale incontro con Elliott Roberts, manager recentemente scomparso di Crosby, Stills, Nash & Young e della stessa Mitchell. Fu Roberts ad affermare di aver sempre pensato che CSN&Y avrebbero avuto un grande successo, ma che solo Joni avrebbe potuto guidare un movimento.

L’intervista-racconto prosegue con la descrizione del rapporto con David Crosby, con cui Mitchell ebbe una relazione. Crosby credeva profondamente nel talento di Joni, tanto da riuscire a farla scritturare dalla Reprise Records e a consegnarle le chiavi d’accesso allo star system. Fu in quell’epoca che si trasferì a Los Angeles, insediandosi a Laurel Canyon e divenendo punto di riferimento di un’intera generazione di artisti.  Il 19 marzo del ’69, al Capitol Theatre di Ottawa, Jimi Hendrix terminò uno dei suoi show incendiari assieme agli Experience e si precipitò al Club Le Hibou, situato dall’altra parte della città, per assistere alla performance di Mitchell. “Il mio nome è Jimi Hendrix, sono stato scritturato anch’io dalla tua stessa etichetta. Mi piacerebbe registrare il tuo spettacolo: ti spiacerebbe?”. Joni acconsentì, l’evento fu documentato integralmente, ma il giorno seguente i nastri vennero trafugati dall’auto del chitarrista di Seattle. Riaffiorarono fortunatamente, e in circostanze misteriose, durante la lavorazione di questo cofanetto. Il concerto è contenuto in tutto il suo splendore nel secondo cd. Pare che la traccia preferita di Hendrix fosse “The Dawntreader”, perché il testo accenna a una colonia di sirene. Mitchell racconta di quanto Jimi fosse una persona dolce e sensibile, sofferente del fatto che il pubblico si aspettasse da lui allusioni sessuali durante le esibizioni dal vivo ma che, in realtà, “voleva essere come Miles (Davis)”.

Il 1 febbraio 1969, qualche mese prima della pubblicazione del secondo album in studio “Clouds”, Joni debuttò alla Carnegie Hall di New York. Il terzo e quarto cd propongono la performance completa. Pare che in platea, quella sera, ci fosse anche Bob Dylan. Alla domanda se fosse emozionata al pensiero di esibirsi al cospetto dell’influente cantautore e di una cospicua rappresentanza del music business, Mitchell risponde saggiamente: “Si è sempre sottoposti al giudizio di qualcuno”.

Joni fu coinvolta nella line-up del festival di Woodstock. Scelse tuttavia di non partecipare perché, a distanza di poche ore, avrebbe dovuto esibirsi sul prestigioso palco del Dick Cavett Show e preferì evitare il rischio di rimanere bloccata nel traffico durante lo spostamento da Bethel (location del festival) a Manhattan. Nella suite del Carlyle Hotel di New York City ebbe l’ispirazione per comporre l’iconica “Woodstock”, seguendo in diretta televisiva il reportage di quanto stesse accadendo a meno di un centinaio di chilometri di distanza. Nel quarto cd fanno capolino sia le registrazioni della sua performance al Dick Cavett Show che il primo demo di “Woodstock”.
Il quarto cd si conclude con un demo e una breve esibizione dal vivo che preludono al vero tesoro di questa edizione, che si manifesta nel quinto cd: le sessioni e i momenti, sia in studio che dal vivo al Paris Theater di Londra per la Bbc che prepararono il terreno per l’uscita di “Blue”, autentica pietra miliare della musica popolare del secondo Novecento. Per inciso, nove delle ventitré tracce al Paris Theatre furono eseguite assieme a James Taylor, che la raggiunse sul palco durante la seconda metà del concerto.

Joni ha trascorso il periodo di reclusione indotto dalla pandemia curando nel dettaglio l’operazione “Archives” e, attraverso musica e parole, svela aspetti di sé e del suo percorso artistico che meritano di essere ascoltati e letti. “Truth and beauty. That’s what I hope to deliver” è la sua chiosa all’intervista contenuta nel libro.
In vendita su Amazon al prezzo di €57,79, “Archives - Volume 2. The Reprise Years (1968-1971)” è un acquisto suggerito a chiunque desideri approfondire il processo creativo che ha dato vita al prezioso opus di un’artista unica e inimitabile, che ha coniato un linguaggio musicale nuovo e integro, senza mai scendere a compromessi.

Playlist


Indice dei contenuti:

 

Cd 1

Joni’s home (late 1967/early 1968)

 

1.        “Midnight Cowboy” – Version one
2.        “The Dawntreader” – Demo with vocal overdub
3.        “Song To A Seagull”
4.        “Midnight Cowboy” – Version two

Jane Lurie’s Apartment, Chelsea, Manhattan, New York City, NY (late 1967/early 1968)

5.        “The Way It Is”
6.        “Turn Around” – Incomplete

Home Demo, Joni’s home (late 1967/early 1968)

7.        “I Had A King” – Demo with piano overdub
8.        “Roses Blue” – Demo with peacock harp overdub
9.        “The Fiddle And The Drum” – Piano demo

Song To A Seagull Session, Sunset Sound, Hollywood, CA (January 24, 1968)

10.     “Jeremy”
11.     “Conversation”
12.     “Both Sides Now”
13.     “The Gift Of The Magi”

Jane Lurie’s Apartment, Chelsea, Manhattan, New York City, NY (early 1968)

14.     “It’s Easy”
15.     “Another Melody”

Live at Canterbury House, Ann Arbor, MI (March 10, 1968)

16.     Introduction
17.     “Jeremy”
18.     “Songs To Aging Children Come”

 

Cd 2

Le Hibou Coffee House, Ottawa, Ontario, Canada, Recorded by Jimi Hendrix (March 19, 1968)

First Set

 

1.        “Night In The City”
2.        “Come To The Sunshine”
3.        Intro to “The Pirate Of Penance”
4.        “The Pirate Of Penance”
5.        “Conversation”
6.        “The Way It Is”
7.        Intro to “The Dawntreader”
8.        “The Dawntreader”

Second Set

9.        “Marcie”
10.     Intro to “Nathan La Franeer”
11.     “Nathan La Franeer”
12.     Intro to “Dr. Junk”
13.     “Dr. Junk”
14.     Intro to “Michael From Mountains”
15.     “Michael From Mountains”
16.     “Go Tell The Drummer Man”
17.     Intro to “I Don’t Know Where I Stand”
18.     “I Don’t Know Where I Stand”
19.     Intro to “Sisotowbell Lane”
20.     “Sisotowbell Lane”
21.     Intro to “Ladies Of The Canyon”
22.     “Ladies Of The Canyon”

Studio Session, Western Recorders, Hollywood, CA (May 31, 1968)

23.     “Come To The Sunshine”

Jane Lurie’s Apartment, Chelsea, Manhattan, New York City, NY (summer 1968)

24.     “My Second Album”
25.     “Lambert, Hendricks & Ross”
26.     “The Pirate Of Penance”

Top Gear BBC Radio Broadcast, London, England (recorded September 23, 1968)

27.     Intro to “Chelsea Morning”
28.     “Chelsea Morning” – with the John Cameron Group
29.     Intro to “The Gallery”
30.     “The Gallery”
31.     Intro to “Night In The City”
32.     “Night In The City” – with the John Cameron Group

 

Cd 3

Live at Carnegie Hall, New York City, NY (February 1, 1969)

First Set

 

1.        “Chelsea Morning”
2.        A Valentine for Joni
3.        “Cactus Tree”
4.        “Night In The City”
5.        “I Had A King”
6.        “Blue Boy”
7.        My American Skirt
8.        “The Fiddle And The Drum”
9.        Spoony’s Wonderful Adventure
10.     “That Song About The Midway”
11.     “Both Sides Now”

Second Set

12.     “Marcie”
13.     “Nathan La Franeer”
14.     Intro to “The Gallery”
15.     “The Gallery”
16.     “Hunter”
17.     “Morning Morgantown”
18.     Intro to “Get Together”
19.     “Get Together”
20.     Intro to “The Circle Game/Little Green”
21.     “The Circle Game/Little Green”

Encore

22.     “Michael From Mountains”

 

Cd 4

Live at Carnegie Hall, New York City, NY (February 1, 1969)

 

1.        Intro to “Urge For Going”
2.        “Urge For Going”

Clouds Sessions, A&M Studios, Hollywood, CA (spring 1969)

3.        “Conversation”
4.        “Blue Boy”
5.        “The Priest”

Jane Lurie’s Apartment, Chelsea, Manhattan, New York City, NY (mid 1969)

6.        “Jesus”
7.        Playing piano and vocalizing

The Dick Cavett Show ABC TV Broadcast, New York City, NY (Recorded August 18, 1969)

8.        “Chelsea Morning”
9.        “Willy”
10.     “For Free”
11.     Interview
12.     “The Fiddle And The Drum”

Ladies Of The Canyon Demo Session, A&M Studios, Hollywood, CA (late 1969)

13.     “Woodstock”

Live at Centennial Auditorium, Saskatoon, Saskatchewan, Canada (November 1, 1969)

14.     “As I Lie Thinking In My Backyard On August 2nd”
15.     “Roses Blue”
16.     “Rainy Night House”

Ladies Of The Canyon Sessions, A&M Studios, Hollywood, CA (late 1969)

17.     “Ladies Of The Canyon” – with cellos
18.     “Blue Boy” – with recorder coda

In Concert BBC TV Broadcast, (recorded September 3, 1970)

19.     “All I Want”

Blue Demo Sessions, A&M Studios, Hollywood, CA (September 1970)

20.     “A Case Of You”
21.     “California”

 

Cd 5

In Concert BBC Radio Broadcast, Paris Theatre, London England (recorded October 29, 1970)

 

1.        Introduction
2.        “That Song About The Midway”
3.        Intro to “The Gallery”
4.        “The Gallery”
5.        “Hunter”
6.        Intro to “River”
7.        “River”
8.        “My Old Man”
9.        “The Priest”
10.     This is a mountain dulcimer
11.     “Carey”
12.     “A Case Of You” – with James Taylor
13.     Intro to “California” – with James Taylor
14.     “California” – with James Taylor
15.     Intro to “For Free” – with James Taylor
16.     “For Free” – with James Taylor
17.     Intro to “The Circle Game” – with James Taylor
18.     “The Circle Game” – with James Taylor
19.     Intro to “You Can Close Your Eyes” – with James Taylor
20.     “You Can Close Your Eyes” – with James Taylor
21.     “Both Sides Now”
22.     Intro to “Big Yellow Taxi”
23.     “Big Yellow Taxi”

 

Blue Sessions, A&M Studios, Hollywood, CA (late 1970/early 1971)

24.     “Hunter”
25.     “River” – with French horns
26.     “Urge For Going” – with strings

Joni Mitchell su OndaRock
Recensioni

JONI MITCHELL

Shine

(2007 - Hear/ Universal)
Il ritorno della cantautrice canadese a 5 anni dal suo ritiro dalle scene

JONI MITCHELL

Blue

(1971 - Reprise)
La più forbita delle "signore del rock" nel suo apice, targato 1971

News
Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.