Rock in Onda

Classifica dei migliori dischi rock italiani

Il meglio del rock italiano per OndaRock

di Claudio Fabretti
La classifica di OndaRock dei migliori album rock italiani è al centro della nuova puntata di Rock in Onda, il programma condotto da Claudio Fabretti tutti i mercoledì dalle 12 alle 14 sulle frequenze digitali di Radio Città Aperta (www.radiocittaperta.it).
Scoprite con noi i dischi preferiti della redazione e gli artisti più importanti della storia del rock cantato in italiano (o in dialetto) attraverso i 24 brani selezionati in questo speciale.

Ascolta o scarica gratuitamente il podcast:


Classifica di OndaRock dei migliori dischi rock italiani

Un lungo viaggio nella storia del rock italiano al centro della nostra puntata. E a guidarci è la classifica della redazione di OndaRock dei migliori dischi del rock in italiano (cantati in italiano o in dialetto). Ecco allora una scaletta che parte dalla fine, dalle sperimentazioni post-Duemila degli Offlaga Disco Pax di "Socialismo tascabile", con il loro straniante spoken word su base elettronica a raccontare la provincia comunista emiliana degli anni 70-80, e ospita un nucleo consistente di cantautori che in qualche modo hanno flirtato con il rock, dall'Angelo Branduardi in chiave folk-rock di "Alla fiera dell'est" al Claudio Lolli suggestionato dal prog di "Ho visto anche degli zingari felici", dall'Alberto Fortis del debutto omonimo supportato da quella Pfm che poi affiancherà anche Fabrizio De André in uno storico tour, dal Vasco Rossi live di "Va bene, va bene così" al Pino Daniele di "Bella 'mbriana", fino ai due grandi numi tutelari del pop italiano: Lucio Battisti ("Anima latina") e Franco Battiato ("La voce del padrone").
Ma a far la parte del leone sono inevitabilmente le due stagioni più ricche della storia del rock italiano: quella targata progressive degli anni 70, con i capolavori di band come Pfm ("Storia di un minuto"), Le Orme (Collage”), Banco (“Darwin!”), Area ("Arbeit Macht Frei"), Napoli Centrale e La Locanda delle Fate (con quel "Forse le lucciole non si amano più" considerato il canto del cigno definitivo di quella scena); e poi la new wave in salsa tricolore, dalla versione post-punk emiliana dei CCCP ("Affinità-divergenze fra il compagno Togliatti e noi"), a quella fiorentina di Litfiba ("Desaparecido") e Diaframma ("Siberia") fino al synth-pop scintillante dei Matia Bazar di "Tango".
Un decennio dopo, convertiti nella nuova sigla CSI, Ferretti e compagni sono ancora i capofila di una rivoluzione che innesta le suggestioni punk-rock internazionali nella forma canzone italica, mescolandole con melodie prese in prestito dalla nostra tradizione nazionale ("Linea gotica"). Operazione analoga compiono gruppi dalla chiara impronta punk-rock anglosassone come Marlene Kuntz ("Catartica") e Afterhours ("Hai paura del buio?"), ma c'è anche chi modella il post-rock in una nuova ricetta peculiare mescolando lirismo letterario, spoken word e incisivi tappeti strumentali (come i Massimo Volume di "Lungo i bordi") e chi recupera in anticipo di un decennio i suoni elettronici di David Bowie, Kraftwerk e compagnia, aggiornandoli in chiave dissacrante (come i Bluvertigo di "Metallo non metallo").
Un piccolo vademecum - inevitabilmente parzialissimo - del rock italiano, con l'invito ad ampliare il discorso approfondendo tutti i dischi suggeriti nel paginone delle classifiche dei migliori dischi rock italiani contenente la classifica della redazione, quella del direttore Claudio Fabretti e quelle di tutti i redattori che hanno partecipato all'operazione. Buon ascolto e buona lettura!


Vi ricordiamo di iscrivervi alla pagina Facebook di Rock in Onda, presso la quale potrete sempre trovare i podcast da scaricare, più le scalette integrali e tutte le news relative alla trasmissione.
Inviateci pure commenti, suggerimenti e proposte per le prossime puntate, su Facebook e all'indirizzo mail: rockinonda@ondarock.it Sarà un piacere costruire le scalette anche grazie al vostro contributo.

Rock in Onda

Streaming
Scaletta del programma
 

 

1. Offlaga Disco Pax - Khmer rossa
2. Angelo Branduardi - Il dono del cervo
3. Alberto Fortis - La sedia di lillà
4. Vasco Rossi – Vita spericolata
5. Claudio Lolli – Ho visto degli zingari felici (introduzione)
6. La Locanda delle Fate - Sogno di Estunno
7. Bluvertigo – Fuori dal tempo
8. Pino Daniele – Bella ‘mbriana
9. Marlene Kuntz - Nuotando nell’aria
10. Fabrizio De André/Pfm – Amico fragile
11. Napoli Centrale – Campagna B
12. Le Orme – Sguardo verso il cielo
13. Matia Bazar – Elettrochoc
14. Massimo Volume – Il primo dio
15. Lucio Battisti – Anima latina
16. Franco Battiato – Summer on a solitary beach
17. Diaframma – Siberia
18. Afterhours – Male di miele
19. CSI – Cupe vampe
20. Litfiba – Istanbul
21. PFM – Impressioni di settembre
22. Banco - 750.000 anni fa... L'amore?
23. CCCP – Curami
24. Area - Luglio, agosto, settembre (nero)

Base: Diaframma - Neogrigio (strumentale)