Rock in Onda

Tindersticks

Piccole lacrime per grandi ballate

di Claudio Fabretti
I Tindersticks sono i protagonisti della nuova puntata di Rock in Onda, il programma condotto da Claudio Fabretti tutti i mercoledì dalle 12 alle 14 sulle web-frequenze di Radio Città Aperta (www.radiocittaperta.it).
In bilico tra il pop orchestrale e il repertorio più noir di cantautori come Leonard Cohen e Nick Cave, i Tindersticks hanno percorso di traverso gli anni del britpop e del post-rock, inventando un nuovo genere: un pop orchestrale dalle sonorità maestose e funeree. Un percorso che si è intrecciato con una fase solista del loro leader, Stuart Staples, e con un'intensa collaborazione cinematografica con la regista Claire Denis.

Ascolta o scarica gratuitamente il podcast:


Tindersticks

In America era il periodo di esplosione del grunge; da questa parte dell'Atlantico il pop-rock di classica impronta britannica si stava trasformando in britpop e lo shoegaze regalava i suoi ultimi lasciti, mentre qualcuno di lì a poco avrebbe coniato il termine post-rock. Anni fervidi, i primi Nineties, forse gli ultimi nei quali potevano individuarsi "scene" e impostazioni stilistiche tra loro relativamente omogenee.
Eppure, in quello stesso periodo capitava che, tra un brano dei Nirvana e uno degli Stone Roses, sulle radio "alternative" si affacciasse qualcosa di completamente diverso, opera di una band tanto ampia quanto oscura, votata alla rideclinazione in una sinistra chiave orchestrale del raffinato cantautorato di Leonard Cohen, coniugato con le atmosfere malate di Nick Cave e con uno spleen latente, intriso di uno spirito decadente, inebriato dei fumi dell’alcool e del tabacco.
Per conseguire un risultato di tale dolente eleganza era necessario un impianto strumentale capace di bilanciare romanticismo orchestrale, spirito "indie" e sensibilità melodica, nonché una voce vibrante, che rinverdisse con propria personalità i fasti del citato Leonard Cohen e il fascino degli chansonnier francesi, Brel e Gainsbourg in testa.
Il piccolo miracolo di riassumere tutti questi elementi in un’unica band è riuscito alla formazione di Nottingham, che ha rivelato il timbro da crooner di Stuart A. Staples e un gruppo di musicisti capaci di pennellare infinite sfumature di pop orchestrale lungo l'intero percorso di un'affascinante avventura musicale.
Alla fugacità delle mode alternative, agli eccessi e alla voglia di impressionare ad ogni costo, i Tindersticks oppongono la sobria ricercatezza di un chamber-pop fuori dal tempo e l'ordinarietà solo apparente di una fragile autenticità emozionale, che trova quanto mai compiuta rappresentazione nel loro viaggio romantico nei sotterranei dell'animo umano, tradotto in canzoni pervase sempre da grande classe, intensità e non comune senso della melodia. Un percorso affascinante che si è anche alternato a una fase solista di Stuart A. Staples e a brillanti incursioni cinematografiche, soprattutto al servizio della regista francese Claire Denis.


Vi ricordiamo di iscrivervi alla pagina Facebook di Rock in Onda, presso la quale potrete sempre trovare i podcast da scaricare, più le scalette integrali e tutte le news relative alla trasmissione.
Inviateci pure commenti, suggerimenti e proposte per le prossime puntate, su Facebook e all'indirizzo mail: rockinonda@ondarock.it Sarà un piacere costruire le scalette anche grazie al vostro contributo.

rockinonda_home2_01














Playlist
Scaletta del programma
  
 
1. Nectar
2. City Sickness
3. Marbles
4. Jism
5. Tiny Tears
6. Travelling Light (feat. Carla Torgerson)
7. Another Night In
8. If You're Looking For A Way Out
9. Dying Slowly
10. Opening Titles – Trouble Every Day
11. Say Goodbye To The City
12. Marseilles Sunshine (Stuart A. Staples)
13. That Leaving Feeling (Stuart A. Staples feat. Lhasa de Sela)
14. Yesterday Tomorrows
15. Keep You Beautiful
16. Chocolate
17. Hey Lucinda (feat. Lhasa de Sela)
18. Pinky In The Daylight
19. Willow
20. A Man Needs A Maid
21. Tue-Moi


Base strumentale: Rumba (da Nénette et Boni)

Tindersticks su OndaRock
Recensioni

TINDERSTICKS

Distractions

(2021 - City Slang)
Il cupissimo quattordicesimo disco della band di Nottingham diviso tra cover e brani originali

TINDERSTICKS

No Treasure But Hope

(2019 - City Slang)
Malinconica poesia crepuscolare nei nuovi dieci affreschi noir della band guidata da Staples

TINDERSTICKS

The Waiting Room

(2016 - City Slang)
La band di Stuart Staples firma uno dei capolavori assoluti del chamber-pop mondiale

TINDERSTICKS

Across Six Leap Years

(2013 - City Slang)
Stuart Staples celebra un anniversario speciale ri-registrando brani editi

TINDERSTICKS

The Something Rain

(2012 - Constellation)
La dimora elegantemente decadente di Staples & C. riapre sotto le insegne della canadese Constellation ..

TINDERSTICKS

Falling Down A Mountain

(2010 - 4AD)
Nel secondo album dopo la reunion, l'attenzione della band inglese si concentra sul suono più ..

TINDERSTICKS

The Hungry Saw

(2008 - Beggars Banquet)
Dopo lungo silenzio, il piacevole ritorno di Staples e soci

TINDERSTICKS

Waiting For The Moon

(2003 - Beggar's Banquet)

TINDERSTICKS

Tindersticks

(1993 - This Way Up)
Tormenti esistenziali e romanticismo orchestrale in un monumentale affresco chamber-pop

News
Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.