serpentwithfeet

Queer soul

intervista di Giuliano Delli Paoli

Dagli esordi in studio con Clams Casino, Katie Gately e Paul Epworth alle collaborazioni con Bjork e i Brockhampton, fino ad arrivare al duetto con Ty Dolla $ign in "Damn Gloves", singolo contenuto nel recente "GRIP". La carriera di Josiah Wise, in arte serpentwithfeet, è costellata di passaggi tanto importanti quanto variopinti, come lo sono i suoi tre dischi. Il musicista di Baltimora è tra i più talentuosi della nuova scena r'n'b statunitense, grazie a canzoni che evocano perlopiù amori queer attraverso una scrittura che non nasconde mai la propria intimità, restituendo testi espliciti, sinceri, mai vuoti o di circostanza. E un cantautorato elettronico che passa dall'art pop al soul con naturalezza. Abbiamo incontrato Josiah Wise in occasione di Sottencoppa, il carnevale sonico in programma a Napoli dal 10 al 13 febbraio scorso, a ridosso della sua esibizione. Tre giorni di festa sonora tra i marmi della Chiesa di San Potito e le volte della Galleria Principe di Napoli, con protagonisti oltre a serpentwithfeet anche Francesca Palamidessi, Mario Batkovic e Abdullah Miniawy.

"messy" è una preghiera con le mani giunte, durante la quale preghi a cuore aperto, quasi come se fossi in chiesa. Ricordi come e quando è nata questa canzone e cosa significa per te?
Nella mia mente "messy" è una specie di scherzo. Mentre la scrivevo pensavo ad alcune cose a cui a volte assistiamo nelle relazioni, sia amorose che amicali. Mi riferisco a legami i cui protagonisti sono persone selvagge, amate e respinte in egual misura proprio per la loro natura selvaggia. Mentre scrivevo "messy", pensavo anche a cosa significhi avere una qualità che attiri le persone e cosa possa voler dire scappare da quella stessa qualità.

In passato hai collaborato con Katie Gately: raccontaci di lei.
Katie Gately è una donna brillante e mi sono divertito moltissimo a collaborare con lei. Ha tante idee progressive sul suono, su come potenziarlo e su come trasformarlo. Abbiamo dunque passato molto tempo su questa sua capacità di vivere e scoprire continuamente la musica, su come aumentare il suono e su come trasformarlo. Abbiamo esplorato moltissimo e lavorando con lei mi sono anche divertito.

Cosa simboleggiano i guanti? C'è un significato più profondo in "Damn Gloves"?
"Damn Gloves" è un simpatico gioco di parole, perché in fondo i guanti abbracciano le dita, soprattutto quando li indossi in un certo modo, ossia nel momento in cui sono molto vicini alla pelle. Volevo scrivere una battuta a riguardo per la canzone, metaforizzando tutto come due persone che si tengono l'una con l'altra.

Cosa lega i tre dischi che finora hai pubblicato?
Il filo conduttore tra i miei album "soil", "DEACON" e "GRIP" è che tutti e tre esprimono desiderio e la differenza tra loro è dovuta principalmente al tipo di produzione scelta per ciascuno di essi, e mi riferisco anche alla scrittura stessa delle canzoni.

In "Safe World" canti "A penny saved might be a penny earned, but if you save that freaky shit for later, you'll never learn". Da dove nascono questi versi?
Dal motivo che con il tuo partner sei al sicuro e puoi essere essere pienamente te stesso, questa era fondamentalmente l'idea alla base della metafora.

Sei cresciuto studiando canto lirico e musica classica, ma so che sei appassionato anche di gospel e blues. Ebbene, puoi raccontarci cinque dischi che hanno segnato la tua formazione musicale?
Sì, e sono infinitamente grato di aver potuto ascoltare tanta musica fin da bambino. Cinque album che hanno trasformato e influenzato il mio percorso artistico sono senza dubbio "When Disaster Strikes..." di Busta Rhymes, "Da Real World" di Missy Elliott, "Homogenic" di Bjork, "Survivor" delle Destiny's Child e "Afrodisiac" di Brandy.

Come immagini il tuo futuro?
Scrivo sempre e creo sempre e intendo continuare a sognare e amare. Ho intenzione di continuare a scoprire di più me stesso, il mio ambiente, e sul mio mestiere, quindi imparerò e creerò. È così che immagino per ora il mio futuro.

Discografia

blisters (Ep, Tri Angle, 2016)
soil(Tri Angle / Secretly Canadian, 2018)
Apparition (Ep, Secretly Canadian)
DEACON (Secretly Canadian, 2021)
GRIP(Secretly Canadian, 2024)
Pietra miliare
Consigliato da OR

Streaming

Same Size Shoe
(da DEACON, 2021)

Heart Storm
(da DEACON, 2021)

Damn Gloves
(da GRIP, 2024)

Safe World
(da GRIP, 2024)

serpentwithfeet su Ondarock

Vai alla scheda artista

serpentwithfeet sul web

Facebook