The Postal Service

Give Up

2003 (Sub Pop) | electro-pop

Ci sono band che, a fronte di discografie sterminate, restano confinate in un grigio limbo di anonimato, fatto di formule derivative, di soluzioni ripetitive e stantie; ce ne sono altre che, invece, con una manciata di canzoni riescono a essere riconosciute, rispettate e ricordate, lasciando un segno profondo e personale.
I Postal Service appartengono senza dubbio a quest'ultima categoria. Il duo, frutto della collaborazione "postale" a distanza tra Ben Gibbard (frontman dei Death Cab for Cutie) e il producer Jimmy Tamborello, ha ottenuto questo risultato con un solo, splendido disco: "Give Up".

Le dieci tracce dell'album sono costruite sulla fortunata e riuscitissima combinazione di pop indipendente ed elettronica (si potrà quindi parlare di indietronica, di electro-pop o quant'altro: ma, si sa, le etichette contano fino a un certo punto), elementi non forzatamente giustapposti ma perfettamente amalgamati tra loro.
Il risultato è una sorta di "synth-pop del terzo millennio", che non si propone - a differenza di quanto in seguito faranno altre formazioni - come nostalgico revival di vecchie sonorità ma che, al contrario, ha tutta la freschezza di una formula originale e creativa.

Altro grande merito dei Nostri è quello di tenersi a debita distanza da velleità a tutti costi cool e
"trendy": in "Give Up" non ci sono suoni "di plastica" e soluzioni studiate a tavolino in vista di facili affermazioni commerciali; all'opposto, il successo del disco deriverà proprio dalla sua grande capacità di veicolare emozioni vere, forti, autentiche, in grado di toccare le corde più profonde
dell'ascoltatore attraverso il linguaggio semplice, e insieme universale, della vita di tutti i giorni.

I singoli "The District Sleeps Alone Tonight" e "Such Great Heights" in un mondo ideale resterebbero al vertice delle chart per anni; ma tutto il disco viaggia su standard qualitativi altissimi e vi trovano spazio ben più di due potenziali hit single.
"Give Up" è un album prezioso e importante, un gioiellino pop da custodire con cura, di cui non ci si può certo dimenticare.

Questa recensione è stata scritta da un lettore, vincitore del contest Sub Pop.

(24/07/2013)

  • Tracklist
  1. The District Sleeps Alone Tonight 
  2. Such Great Heights
  3. Sleeping In
  4. Nothing Better
  5. Recycled Air
  6. Clark Gable
  7. We Will Become Silhouettes 
  8. This Place Is a Prison
  9. Brand New Colony
  10. Natural Anthem
The Postal Service on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.