Puressence

Don't Forget To Remember

2007 (Reaction) | alt-rock

I Puressence si sono formati nel 1991 a Failsworth, nei dintorni di Manchester. Hanno iniziato a pubblicare la loro musica l'anno seguente (il singolo "Siamese" su Rough Trade) ma nonostante l'ottima carriera artistica, priva di eclatanti cadute, non hanno mai raccolto quanto seminato. Non cambierà lo stato delle cose il loro quarto album, "Don't Forget To Remember", pubblicato sul finire del 2007, ma salito sugli altari della cronaca un anno più tardi grazie al premio come Best Album By A Manchester Artist vinto ai Pride Of Manchester Awards del 2008. Riconoscimenti che hanno spinto il gruppo a comprare un'intera pagina sul numero estivo di Mojo per pubblicizzare una nuova edizione del disco distribuita dallo scorso giugno.

"Don't Forget To Remember" riprende i temi già sviluppati nei tre precedenti album dei Puressence. Gli elementi fondamentali del loro caratteristico suono sono presenti in tutte le dieci canzoni dell'album: la potente voce melodica di James Mudriczki; le chitarre epiche e imperturbabili di Lowell Killen; e la vivace sezione ritmica formata da Kevin Matthews e Tony Szuminski, capace di coprire con la sua forza la carica melanconica delle melodie.

"Moonbeam" apre le danze sotto un riff che si attacca alla corteccia celebrale al primo ascolto. Dopo la tempesta, la quiete: "Don't Forget To Remember" è una ballatona che mostra subito il lato più romantico e lirico del gruppo di Mudriczki, in bella evidenza anche sul nuovo singolo scelto per promuovere l'album durante l'estate del 2008, "Don't Know Any Better".

Quello che colpisce immediatamente ascoltando "Don't Forget To Remember" - oltre alla magnetica voce di James Mudriczki - è l'incredibile capacità dei Puressence di piazzare uncini melodici dietro ogni strofa e ogni ritornello di tutte le canzoni dell'album. La scaletta è un crescendo che ha la sua vetta in "Brainwaves", con le sue interminabili aperture che bloccano il respiro nella bocca dello stomaco. In chiusura, "Burns Inside" riporta le lancette dell'orologio  dei Puressence indietro ai tempi dell'indimenticabile "India".

(22/09/2008)

  • Tracklist
  1. Moonbeam
  2. Don't Forget To Remember
  3. Drop Down To Earth
  4. Don't Know Any Better
  5. Life Comes Down Hard
  6. Bitter Pill
  7. Brainwaves
  8. Palisades
  9. Sold Unseen
  10. Burns Inside
Puressence on web



Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.