The Brandt Brauer Frick Ensemble

Mr. Machine

2011 (!K7) | techno-acustic

Dopo la deumanizzazione dell'era industriale spetta ancora a un ensemble tedesco il rinnovo del rapporto uomo-tecnologia. The Brandt Brauer Frick Ensemble sfida le sonorità techno riscrivendone i contorni con strumenti acustici.
Un sound generato e modellato con una intensa attività concertistica, che ha permesso al gruppo di sviluppare tecniche e timbriche originali. L'esordio "You Make Me Real" non rinunciava alla tecnologia elettronica nel fondere jazz, techno e world music, ma in "Mr. Machine" gli unici suoni sintetici sono quelli del Moog, amplificato attraverso un ampli per chitarra-basso che crea suoni analogici contestuali all'ottica del progetto.

Non è la rivoluzione di "Autobahn" dei Kraftwerk, ma neppure un pallido esercizio sperimentale di musicisti annoiati della loro ordinary music. "Mr. Machine" scorre tra momenti di sapiente new jazz ("You Make Me Real") e di impetuosa creatività minimalista ("Bop"). Il suono è più diretto e coinvolgente: l'esperienza live ha elevato il tasso di comunicatività. Gran parte dei brani sono riletture di episodi dell'esordio "You Make Me Real", dunque il fenomeno è particolarmente evidente. Restano alcune perplessità legate alla promiscuità sonora che a volte congela la creatività, come nell'indeciso minimalismo di "Pretend" o nell'austera "606 'n' Rock 'n' Roll", che resta confinata nel limbo che accoglie i figli della sperimentazione minimal-techno.
 
"Mr. Machine" è ad ogni modo un album con molti angoli da esplorare e gustare. Le intelligenti e gustose dinamiche armoniche di "Teufelsleiter" sono raffinate e sexy, mentre la rinuncia alle intrusioni vocali lascia libero campo all'abile geometria sonora dei tre musicisti. La lezione di Steve Reich e il flirt impetuoso con la techno sostengono con intelligenza anche la breve flessione pop di "On Powdered Ground" e l'esotico fluido dance di "Mi Corazon", completando un album destinato a pochi ma gustosi ascolti.

Aprire le porte alla strumentazione più classica e contornarsi di validi musicisti intorno al trio base non ha minato la modernità del sound. Il brioso falso tecnologico che accompagna "Mr. Machine" è stimolante quanto basta per ridestare l'interesse del pubblico più esigente.

(28/01/2012)



  • Tracklist
  1. Mr. Machine
  2. Bop
  3. Pretend
  4. You Make Me Real
  5. Mi Corazon
  6. On Powdered Ground (Mixed Lines)
  7. Teufelsleiter
  8. 606 'n' Rock 'n' Roll
The Brandt Brauer Frick Ensemble on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.