Caso

Tutti Dicono Guardiamo Avanti

2011 (Que Suerte! / Klasproduction / In Limine / Fumaio) | songwriter, folk

Secondo disco per il cantautore bergamasco Andrea Casali, in arte Caso. La proposta è un country-folk emozionale, che punta a far vivere all'ascoltatore una serie di flussi di coscienza dell'autore, che descrive situazioni e stati d'animo con timbro deciso, melodie vocali sfuggenti e un accompagnamento minimale, fatto solo di una chitarra acustica dal suono robusto e, raramente, da altri elementi di colore come l'armonica a bocca.

Caso evita di sottostare troppo alle regole della metrica e le sue canzoni non hanno una strofa e un ritornello e tutto riesce a essere strutturato in modo da trasmettere la sensazione di genuinità senza andare mai fuori dalle righe. "Che sia musica di nicchia o di merda, l'importante è che sia onesta", canta Caso in un passaggio chiave dell'album, e indubbiamente il suo approccio riesce ad avere l'impatto giusto. Il problema è che, in nome del concetto di avere poche pretese, i brani non scadono mai nell'artefatto ma nemmeno riescono a elevarsi a un livello che emozioni nel profondo. Un lavoro che, quindi, non merita di essere bocciato, ma che difficilmente saprà dare qualcosa di importante a chi vi si volesse accostare.

(17/04/2011)



  • Tracklist
  1. Primo discorso diretto
  2. Fiato corto
  3. Dimmi qualcosa in silenzio
  4. Hopper
  5. Balena bianca
  6. Zero indietro
  7. Secondo discorso diretto
  8. Aranciata amara
  9. Ripasso dei fondamentali
Caso su OndaRock
Recensioni

CASO

Ad ogni buca

(2018 - To Lose La Track)
Le piccole storie universali raccontate da una nuova certezza del circuito indie-pop italiano

Caso on web



Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.