Holy Ghost!

Holy Ghost!

2011 (DFA) | synth-pop

Oggigiorno, proporre un synth-pop in puro stile anni Ottanta significa infilarsi in un sentiero già estremamente battuto, con il rischio di suonare come un qualcosa di già sentito. E in effetti, gli Holy Ghost!, duo di Brooklyn, non hanno certo inventato niente dal punto di vista stilistico in questo loro debutto omonimo: il suono, infatti, appare come un tentativo di creare un'immaginaria metà strada tra i Pet Shop Boys e gli Human League, con i primi che prevalgono in alcuni brani come, tra gli altri, "Wait And See" e "Jam For Jerry", e i secondi che si notano di più in episodi quali "Say My Name" e "Hold On".

Nella moderna canzone pop, però, è giusto che sia il senso melodico ad avere il peso predominante nel giudizio di un'opera, e quello degli Holy Ghost! è già ragguardevole alla prima uscita sulla lunga distanza. Non solo perché tutte le dieci canzoni si caratterizzano per melodie vocali sempre ispirate e brillanti, senza alcun calo di efficacia, ma anche perché la scelta di arricchirle con ulteriori giri melodici di synth risulta sempre ben congegnata, conferendo davvero un valore aggiunto al cantato. Si aggiunga poi che la costruzione dei brani mostra un certo livello di attenzione a ogni dettaglio senza che ne risenta la leggerezza complessiva: accanto agli incroci di melodie sopra accennati si trova sempre un ulteriore livello di suono atto a rinforzare questo aspetto e una ritmica a sua volta sempre irrobustita da un altro apposito tappeto sintetico. Inoltre, c'è anche una buona capacità di passare da canzoni fondate sul classico schema strofa-ritornello ad altre dalla struttura maggiormente ariosa e dilatata.

Insomma, questi due musicisti esordienti si mostrano già smaliziati nel non lasciare nulla al caso e, di conseguenza, nel saper valorizzare al meglio i mezzi stilistici di cui hanno scelto di disporre. Certo che poi si può avere tutta l'attenzione possibile nei diversi aspetti tecnici menzionati, ma senza delle buone melodie non si va comunque da nessuna parte. Per loro fortuna, però, gli Holy Ghost! ne hanno in abbondanza, così questo disco si lascia ascoltare per numerose volte senza perdere in piacevolezza con il passare del tempo.

(01/05/2011)

  • Tracklist
  1. Do It Again
  2. Wait And See
  3. Hold My Breath
  4. Say My Name
  5. Jam For Jerry
  6. Hold On
  7. It's Not Over
  8. Slow Motion
  9. Static On The Wire
  10. Some Children
Holy Ghost! on web