Tom Lawrence

Water Beetles Of Pollardstown Fen

2011 (Gruenrekorder) | field recordings

L'irlandese Tom Lawrence è sicuramente più conosciuto come autore d'effetti sonori per vari programmi televisivi e documentari naturalistici che per album musicali.
"Water Beetles Of Pollardstown Fen" esce per la Gruenrekorder, l'etichetta tedesca specializzata in sonorità sperimentali ma soprattutto in field recordings. Nel titolo è racchiusa tutta l'essenza del disco: Pollardstown Fen è semplicemente il nome di un vasto parco naturale irlandese nei pressi di Dublino, mentre Water Beetle si riferisce al nome di un insetto acquatico simile a uno scarabeo.

Dilungarsi troppo nello specifico del disco potrebbe essere monotono, quindi affidiamo il tutto alla semplice traduzione dall'inglese all'italiano delle parole field recordings: in pratica, registrazioni di campo. I quasi settanta minuti di questo disco, ottimamente mixato e registrato, sono caratterizzati dai suoni naturali ottenuti appunto dalle registrazioni in presa diretta all'interno del parco, vale a dire i suoni degli insetti (Nepa Cinerea, Notonecta, Acilius Sulcatus etc) generati attraverso quel processo chiamato stridulazione. Tutti questi suoni s'incastrano perfettamente con i vari scrosci di pioggia, i corsi d'acqua in movimento, i rumori temporaleschi e le forti raffiche di vento che scuotono le vaste e verdi distese di shamrock e tutta la flora circostante.

Si potrà dire: bene, qual è la novità di questo disco? Nessuna, trattasi solamente di un ottimo disco di field recordings. Qualcuno in passato aveva già provato a dare voce e suono agli insetti. Il riferimento più immediato cade subito all'album "Insect Musicians" (1986) di Greame Revell; indiscusso leader della band australiana S.P.K. e oggi rinomato autore di soundtrack per film di Hollywood.
Contrariamente al disco di Revell, dove c'è un discreto uso d'elettronica e inserimenti esterni, in primis la voce, in "Water Beetles Of Pollardstown Fen" non vi è stata alcuna manipolazione o aggiunta di rumori di provenienza elettronica, e quindi non naturale. Solo in un breve passaggio iniziale - riportato anche nei credits del booklet allegato al cd - è presente un forte rumore d'aeroplano ("Hawkfields"). Passando nei cieli del parco nell'attimo della registrazione avrà sicuramente disturbato la quiete familiare di una graziosa gita pomeridiana, mentre all'interno del disco si colloca correttamente non facendosi quasi notare.

In quest'album sono assenti solamente i canti tribali o propiziatori di qualche tribù celtica radunati attorno a possenti Menhir. Se riusciamo a immaginarli all'interno del disco assieme ai suoni naturali del Pollardstown Fen, tempo un attimo si è catapultati nell'Irlanda di cinquemila anni fa.

(08/12/2011)

  • Tracklist
  1. Point Of Gibraltar
  2. Seven Springs
  3. St. James's Well
  4. Moore's Well
  5. Hawkfields
  6. Miltown Feeder
  7. Scarletstown Swamps
  8. Clongownagh
  9. Rathbride
  10. Grand Canal Springs
Tom Lawrence on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.