:Of The Wand & the Moon

Live At The Lodge Of Imploded Love

2012 (Heišrunar Myrkrunar/Tesco Distribution) | neofolk

Poche canzoni ricavate nell’oscurità. Dentro un tempio buio di semplice intimità. La “Lodge of Imploded Love” è uno stretto spazio dell’animo che l’artista danese vuole celebrare nella più semplice solitudine, travalicando l’ultimo, ottimo, lavoro “The Lone Descent” (da cui riprende buona parte delle composizioni), che viene spogliato della sua carica lisergica e immaginifica, e ridotto a un romanticismo nudo e senza difese.

La musica di Kim Larsen scava nell’assenza di quella luce vivida e panica che trasudava nel disco precedente, tornando alla malinconica tragicità di un neofolk classico e primitivo, sorretto da sole due chitarre e una melodica. Ci muoviamo così tra immagini sbiadite, confessioni mascherate e sculture avvolte tra panni neri, in cerca di un senso di spazio-tempo del tutto annichilito, sospeso tra l’incedere sofferto ma solenne della voce di Larsen.

“Immer Vorwärts” ritrova la sua forza in una forma nuova, magari più scheletrica, ma che fa splendere il suo crogiuolo fosco di sentimenti. Stessa vicenda è quella di “We Are Dust”, che ci fa sorridere per la pastoralità del suo richiamo paterno, mentre “Hold My Hand” e “Watch The Skyline Catch Fire” seguono una linea melodica ancora più tenue e crepuscolare.
Insieme all’unica perla dal passato più lontano “I Crave For You” , da “Nighttime Nightrhymes” (1999), ci viene presentata anche una traccia inedita: “ A Cancer Called Love”, tragica composizione in bilico tra elettrico e acustico che raccoglie in sé la bellezza noir dei film muti, di amori sublimati in devianze suicide, un lirismo strozzato di fronte alla mortalità della passione.

“Live At The Lodge…” parrebbe un classico regalo per fan, nella sua duplice versione vinilica e cd/Dvd, ma racchiude in sé uno spaccato sincero e puro dell’animo originario del progetto di Larsen. Una fascinosa tenebra che ci può ammaliare e confortare, una narrazione poetica intima per brevi, intensi, momenti di oscurità.

(14/02/2013)

  • Tracklist
  1. We Are Dust
  2. Hold My Hand
  3. A Pyre Of Black Sunflowers
  4. Watch The Skyline Catch Fire
  5. Immer Vorwärts
  6. I Crave For You
  7. A Cancer Called Love
:Of The Wand & the Moon on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.