Les Sins

Michael

2014 (Company Records) | house, chilly, lounge

Che al buon Chaz Bundick piacesse tanto giochicchiare con la console è cosa ampiamente risaputa da tempo. Basterebbe tornare leggermente indietro nella sua produzione primaria a nome Toro Y Moi per trovare Ep come “Freaking Out”, nel quale alla consueta dispersione chilly è saggiamente associata un’inclinazione ritmica propria della musica house più deep. Il progetto Les Sins rappresenta dunque l’evasione elettronica definitiva di questo timido ragazzone della South Carolina; un’attitudine parallela evidenziata già nel precedente 12” “Lina” (2010), entro cui calare oggi nuove diramazioni ritmiche e umori di certo più fruibili di quelli mediamente segnalati nel trasognato modello di riferimento.

In questo primo Lp sotto tale pseudonimo, intitolato semplicemente “Michael”, prendono il sopravvento inaspettate e talvolta stucchevoli trame lounge (“Bellow”), incastri melodici dal sapore neo-soul (“Why” in compagnia di Nate Salman), arditi svolazzi sintetici (“Toy”) e qua e là tastieroni giocattolo (purtroppo) clamorosamente evanescenti nel loro vagheggiare pseudo-esotico. La resa non è certamente delle migliori e al caro Chaz sembra mancare a più riprese quel mordente richiesto da tali lidi. Parimenti, l’evasione ipnagogica degli esordi, tanto straniante quanto cullante, è definitivamente accantonata in favore di una ricetta elettronica priva di identità.

E’ come se il ragazzo avesse smarrito improvvisamente la propria strada, svoltando per puro caso nella prima traversa illuminata, finendo per scambiare una fioca luce per un'esilarante scorciatoia musicale attraverso la quale sondare nuove smanie produttive. Insomma, in questa prima prova nelle vesti di Les Sins, Chaz è finito senza troppi fronzoli nel più impervio dei vicoli ciechi, rovinando così in parte le più lecite aspettative nei suoi riguardi. Un leggero incidente di percorso che gli perdoniamo ad occhi chiusi vista la bontà del suo cammino principale.

(26/04/2015)

  • Tracklist

1. Talk About
2. Past
3. Toy
4. Why (Feat. Nate Salman)
5. Bother
6. Minato
7. Bellow
8. Sticky
9. Call
10. Drop
11. Do Right