Masters At Work

House Masters

2014 (Defected) | house, dance

“Little” Louie Vega e Kenny “Dope” Gonzalez: difficile anche soltanto cominciare a parlare di una tra le coppie (probabilmente la coppia per eccellenza) più importanti nell'evoluzione dei linguaggi della musica da ballo, di quante siano state le innovazioni che i due newyorkesi hanno apportato, nel corso degli anni (ma sarebbe più giusto dire decenni), di come abbiano elevato a forma d'arte il remix, calando pezzi da novanta che hanno fatto letteralmente la storia della dance (e non solo). Con un'infinità di produzioni a loro nome, un repertorio che ammonta a qualcosa come 1500 titoli (sparsi tra i vari moniker che hanno utilizzato nell'arco di tutta la carriera), è chiaro che tentare di mettere un ordine è impresa che non avrebbe il benché minimo senso: gettare qualche barlume di luce, fornendo magari anche qualche motivo ulteriore d'interesse per l'appassionato, è invece tutt'altra questione.

Già a suo tempo due preziose e imponenti raccolte, uscite in concomitanza con il decimo anniversario dalla formazione, si prodigarono di mettere qualche punto fisso su un catalogo tra i più dispersivi (e affascinanti) della dance tutta. Adesso, a 14 anni di distanza da quella imprescindibile doppia uscita, una nuova testimonianza in forma di album quadruplo torna a ribadire il genio e la creatività dei due campioni della house statunitense nell'arco di quaranta brani che, tra produzioni originali e remix, illustra a suo modo (ma sempre con immensa classe) quello di cui i due sono stati capaci negli anni. Anche a conoscere nell'intero il contenuto del cofanetto, un riascolto rimane comunque d'obbligo.

Patron della garage più raffinata e vellutata, compositori di rara finezza, innovatori nell'ambito di una riuscitissima e convincente compenetrazione tra suggestioni latine, soul-music, dub ed elettronica (un melting-pot fuori da ogni possibile catalogazione, approfondito specialmente attraverso il progetto Nuyorican Soul), Gonzalez e Vega hanno sfidato estetiche e convenzioni, imprimendo con la forza della loro personalità un marchio diventato ben presto ambitissimo, capace di donare lustro e una certa classicità anche a pezzi non propriamente spendibili in tal senso. Sempre morbidi e lussuosi, anche quando decidono di puntare (con profitto) su ritmiche più marcate e beat più decisi, meno attenti alla costruzione di un'atmosfera, i due sanno corredare dell'abito più elegante creazioni autografe (semplicemente fondamentali quelle affidate alla voce fuori dal comune della diva della salsa India, collaboratrice ad ampio spettro della coppia e al tempo moglie di Vega) e rimaneggiamenti di brani altrui, mettendo quasi sempre al centro dei loro sforzi la melodia, l'aspetto prettamente canoro della composizione – fatto tutt'altro che scontato nelle produzioni dance.

Come il coevo Romanthony riuscì a dimostrare, era più che possibile coniugare una spasmodica ricerca sui timbri e sulle progressioni integrandovi con accortezza da chirurghi una soulfulness diffusa: una scrittura di tutto rispetto, un parco voci di raro fascino ed eclettismo, esaltato da un contorno che ne asseconda dinamiche e sfumature, escogitando sempre la strategia vincente per amalgamare ricerca e identificabilità. Quel che ne deriva è, specialmente nella ricchissima proposta di remix, un lavoro sempre attento nella gestione, rispettoso con sincera devozione al materiale di partenza, a cui viene data “semplicemente” una nuova lettura, sul quale non viene mai compiuta un'inutile quanto dannosa rivoluzione d'intenti. Anche senza stare ad effettuare una selezione di un box che già si pone questo compito, basta giusto un ascolto attento per riuscire a scorgere la cura, la meticolosità con cui i due hanno messo in atto la loro irresistibile insurrezione sulla pista da ballo.

Che si piazzi la raccolta come sottofondo da party galante, che la si voglia apprezzare al semplice ascolto oppure che si decida di ballarla dall'inizio alla fine (cinque ore che spazzano via senza grossi complimenti i ridicoli dj-set di tante serate nostrane), “House Masters” mette in chiaro ancora una volta tutta la statura di due autentici signori della house music. Le loro attività in coppia saranno in hiatus da tempo, ma l'inchino viene comunque del tutto naturale.

(12/11/2014)

  • Tracklist
Cd 1

  1. Bebe Winans - Thank You (MAW Mix)
  2. The Braxtons - The Boss (MAW Mix)
  3. MAW - Lean On Me (MAW Mix) (ft. James Ingram)
  4. Masters At Work - Backfired (Album Version) (ft. India)
  5. Voices - Voices In My Mind (MAW Mix)
  6. Afro Celt Sound System - Release (Masters At Work Main Mix)
  7. Incognito - Nights Over Egypt (Masters At Work Main Mix)
  8. Nuyorican Soul - Runaway (Original Flava 12'') (ft. India)
  9. Urbanized - Helpless (I Don't Know What To Do Without You) (The Kenlou Remix) (ft. Silvano)
  10. GusGus - VIP (Masters At Work Vocal Mix)

Cd 2

  1. Masters At Work - I Can't Get No Sleep (Ken Lou 12'' Mix) (ft. India)
  2. Masters At Work - When You Touch Me (M.A.W. Remix) (ft. India)
  3. Funky People - Ware Funky People (Masters At Work Main Mix) (ft. Cassio)
  4. Ruffneck - Everybody Be Somebody (MAW Style Mix) (ft. Yavahn)
  5. Simply Red - Thrill Me (Masters At Work House Mix)
  6. Black Masses - Wonderful Person (MAW Vocal Mix)
  7. George Benson - Song For My Brother (Kenlou 12'' Mix)
  8. Masters At Work - Work (MAW Mix)
  9. River Ocean - Love & Happiness (Yemeya Y Ochun) (MAW Original Remix Extended) (ft. India)
  10. Masters At Work - Pienso En Ti (I Think Of You) (House Mix) (ft. Luis Salinas)

Cd 3

  1. Saint Etienne - Only Love Can Break Your Heart (Masters At Work Dub)
  2. Lood - Shout-N-Out (The DJ Dub) (ft. Donell Rush)
  3. Nuyorican Soul - The Nervous Track (Ballsy Mix)
  4. Chris Cuevas - Hip Hop (Masters At Work Dub)
  5. Atmosfear - Dancing In Outer Space (Lunar Mix Part 1)
  6. D'Influence - Hypnotize (M.A.W. Piano Dub Mix)
  7. The Neville Brothers - Fly Like An Eagle (Slippin Dub)
  8. Debbie Gibson - Losin' Myself (12'' Masters At Work Version)
  9. Uncanny Alliance - I Got My Education (Masters At Work Dub)
  10. Masters At Work - Our Mute Horn (Ken Lou Mix)

Cd 4

  1. Masters At Work - The Ha Dance (Ken / Lou Mixx)
  2. Los Amigos Invisibles - Ease Your Mind (Masters At Work Dub Edit)
  3. House Of Gypsies - Sume Sigh Sey (MAW Remix)
  4. Kathy Brown - Can't Play Around (M.A.W Dub)
  5. CeCe Peniston - Crazy Love (Krazy Dub)
  6. Baaba Maal - Gorel (Piano Dub)
  7. Jody Watley - Off The Hook (MAW Dub)
  8. Ultra Naté - Show Me (Masters At Work Wild Dub)
  9. The Brand New Heavies - Close To You (Masters At Work Remix)
  10. B.O.P - Zabalaza (MAW Original Mix)
Masters At Work on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.