B. Fleischmann

Music For Shared Rooms

2022 (Morr Music) | elettronica

Sono diverse le strade battute da Bernhard Fleischmann nel corso di una carriera quasi trentennale. Inizialmente attivo come batterista, a partire dal 1999 si è dedicato alla produzione solista convergendo verso sonorità ibride caratterizzate da una marcata componente elettronica. Tra le sue attività è forse meno nota quella di autore di sonorizzazioni per film e opere teatrali a cui si è ampiamente dedicato negli ultimi dodici anni – premiato tra l’altro con l'Österreichischer Filmpreis - e che funge da punto di partenza per la realizzazione del suo undicesimo album.

Le tracce di “Music For Shared Rooms” sono infatti estratte da un archivio di oltre seicento composizioni, scelte e rivisitate per confluire in quella che nelle intenzioni vuole essere una nuova sceneggiatura perfettamente autonoma. Malgrado l’esperienza e l’abilità del musicista viennese, il risultato perseguito mantiene a tratti un grado di eccessiva frammentarietà dovuta all’ampia gamma di soluzioni presenti. Se la transizione tra i densi bordoni di archi di “Sehnsucht” e l’intersezione partiture modern classical/cadenze bristoliane di “Entwurf Einer Ballade” si dimostra efficace ed esaltata dalla netta cesura operata dalle frequenze taglienti della successiva “Schock” – emblematica anche nel titolo – altrettanto non può dirsi per esempio del dittico d’apertura. Il contrasto tra le risonanze acustiche di “Träumerei” e la progressione ritmica vorticosa di “Brenne” crea uno stacco incoerente difficilmente avvertibile come un cambio di scena all’interno di una linea narrativa unitaria.

Considerati singolarmente, i sedici strumentali proposti non presentano punti deboli, semmai testimoniano la padronanza con cui Fleischmann sa maneggiare materia eterogenea connettendo tra le altre sperimentazioni cameristiche (“Flüchtlingswalzer”), elettronica pura (“In Die Disko”), divagazioni techno (“Take The Red Pill”) e indietronica sognante (“Liebe Emmi”).
In definitiva ci troviamo di fronte a un disco atipico, profondamente caleidoscopico, i cui tasselli brillano malgrado un incastro non sempre ottimale.

(15/09/2022)

  • Tracklist
  1. Träumerei
  2. Brenne
  3. Taxi Driver
  4. Sehnsucht
  5. Entwurf Einer Ballade
  6. Schock
  7. Flüchtlingswalzer
  8. In Die Disko
  9. Der Lärmkrieg
  10. Liebe Emmi
  11. Im Atelier
  12. Take The Red Pill
  13. Ashley Smith
  14. Zweites Vierteljahr
  15. Da Fliegt Die Rakete
  16. Die Erde Ist Mir Fremd Geworden




B. Fleischmann su OndaRock
Recensioni

B. FLEISCHMANN

I'm Not Ready For The Grave Yet

(2012 - Morr Music)
Torna il teatrino indietronico del veterano Morr Bernard Fleischmann

B. FLEISCHMANN

Angst Is Not A Weltanschauung

(2008 - Morr Music)
L'elettronica di Fleischmann incontra il formato canzone, con risultati interessanti

B. FLEISCHMANN

The Humbucking Coil

(2006 - Morr Music)
Un disco più intimo e meno "socievole" per la Morr firmato dal "freelance musician" viennese ..

B. Fleischmann sul web