Discharge

Disensitise

2009 (Vile Art) | hardcore punk, d-beat

Gli influentissimi Discharge, passati gli sbandamenti metalcore dei 90, riformano la line-up storica a partire da “Discharge” (Sanctuary, 2002). Pur con la dipartita del cantante Kelvin “Cal” Morris (rimpiazzato dal frontman Anthony “Rat” Martin dei Varuckers, una delle prime band seguaci del verbo Discharge), i superstiti “Bones” (Tony Roberts, chitarra), “Rainy” (Roy Wainwright, basso) e “Tez” (Terry Roberts) ricominciano a metà decennio a suonare in tour, fino a registrare un nuovo singolo “Beginning of The End” (2006) e l’album intero, “Disensitise”.

Il disco contiene consuete escursioni punk-metal, quali “They Lie, You Die”, “Kept In The Dark”, “Persuasion = Power”, e “Becomes Again And Again”, e nuove versioni del loro originale D-Beat, come “What Method, What Madness” e “Spoils Of War”. Il nuovo vocalist non ha il magnetismo di “Cal”, ma i vecchi miti dell'hardcore britannico vincono ai punti la sfida con l’album predecessore. Originariamente autoprodotto nel 2008 e distribuito da Cargo. Sottotitolo: “(vb) Deny Remove Destroy”.

(21/03/2009)

  • Tracklist
  1. Blood Of The Innocent
  2. Cctv
  3. What Method, What Madness
  4. They Lie, You Die
  5. Becomes Again And Again
  6. Spoils Of War
  7. Persuasion = Power
  8. Web Of Disadvantage
  9. Ignorance Your Surrender
  10. Kept In The Dark
  11. You Have The Gun
  12. Will Deceive You
  13. Beginning Of The End
  14. No Return
Discharge on web



Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.