22/06/2024

Ultimo

Stadio Olimpico, Roma


In un’intervista rilasciata pochi giorni fa, Ultimo ha affermato che da piccolo andava spesso allo Stadio Olimpico insieme al papà per seguire le partite di campionato della sua squadra del cuore, la Roma. Per questo motivo non è difficile immaginare quanto possa essere speciale per lui trovarsi oggi protagonista su quel palco, montato proprio all’interno della più importante architettura sportiva della Capitale, posta fra il fiume Tevere e la collina di Monte Mario. Tre serate consecutive all’Olimpico per uno dei tour più fortunati dell’estate 2024, pensato per promuovere il suo recente lavoro discografico, “Altrove”, tre serate e tre sold-out: abbiamo seguito la prima, quella di sabato 22 giugno. Ultimo è considerato dai fan come il cantautore più autorevole della sua generazione, molti di loro non esitano a ritenerlo addirittura il naturale erede di Vasco Rossi. Al di là dell’ovvio apprezzamento da parte dei sostenitori, Niccolò Moriconi – questo il suo nome all’anagrafe - è senz’altro riuscito a costruirsi negli anni una solida reputazione, consolidata anche grazie alle numerose partecipazioni al Festival di Sanremo, palcoscenico che consente di raggiungere ogni volta una vastissima platea.

Non appena è abbastanza buio, alle 21,23, Ultimo entra in scena, e vi resterà per circa due ore e dieci, per uno dei riti collettivi più attesi dell’estate capitolina. L’ampio palco è posizionato davanti a una delle due tribune, soluzione che comporta la rinuncia a parte della potenziale capienza della struttura ma che rende lo show maggiormente visibile a tutti i presenti. Niccolò gioca in casa e il concerto parte in maniera coinvolgente, ma lungo il suo svolgimento lascerà non di rado spazio a momenti più intimi, con continui cambi di registro. Ci saranno i momenti per ballare (“Vieni nel mio cuore”), ma anche per le romantiche dediche alla super invidiata fidanzata Jacqueline, professione influencer, figlia di Heather Parisi: le loro immagini scorrono sui maxischermi durante l’esecuzione di “Quel filo che ci unisce”, ma l’annuncio che il pubblico si attende non arriva, quello di una gravidanza che in molti danno come probabile.

Niccolò ricorda la data del 4 luglio 2019, il suo primo Stadio Olimpico, poi arrivò la pandemia a contrastare quella che sembrava essere un’ascesa inarrestabile. E quando ti ritrovi per mesi e mesi senza l’opportunità di poter abbracciare i tuoi fan, un ragazzo della sua età può anche temere che tutto possa essere svanito. E invece il cantautore approfitta della tappa romana non soltanto per ricordare a tutti che non è finita, ma anche per annunciare a sorpresa un nuovo tour negli stadi per il 2025. Anche la prossima estate Ultimo sarà nelle grandi arene italiane per cantare le proprie canzoni. Biglietti in vendita entro poche ore e alle spalle del palco appaiono, gigantesche, sei date e i nomi di sei città italiane:

29 giugno – Lignano Sabbiadoro – Stadio Teghil
2 luglio – Ancona – Stadio del Conero
5 luglio – Milano – Stadio San Siro
10 luglio – Roma – Stadio Olimpico
18 luglio – Messina – Stadio San Filippo
23 luglio – Bari – Stadio San Nicola

Siamo pronti a scommettere che ulteriori date si aggiungeranno cammin facendo. Tornando allo show, uno dei momenti più intensi è quando Niccolò si siede al pianoforte, per regalare ai sessantamila dell’Olimpico alcune delle sue composizioni più amate, fra le quali “I tuoi particolari”, “La stella più fragile dell’universo” e “Giusy”. Durante “Pianeti”, tutto lo stadio canta all’unisono il ritornello: è stato il primo grande successo di Ultimo, e ora la commozione ci sta tutta. Ma ci sono anche i frangenti dedicati alla riflessione, e durante l’esecuzione di “Alba” scorrono drammatiche immagini di guerra, tragiche istantanee dalla Striscia di Gaza, perché la musica non sia soltanto disimpegno ma anche denuncia. Sugli spalti si registra la presenza di diverse personalità, qualcuno scorge anche il sindaco di Roma, Roberto Gualtieri. Avrà senz’altro applaudito anche lui quando la conclusiva “Sogni appesi” vede il cielo della Capitale tempestato di fuochi d’artificio.
Altre due date a Roma, 23 e 24 giugno, poi Ultimo sarà il 28 giugno alla Stadio San Filippo di Messina e il 6 luglio allo Stadio Euganeo di Padova.

Setlist

Il capolavoro
Sono pazzo di te
Quando fuori piove
Il ballo delle incertezze
Ti va di stare bene
Tutto questo sei tu
Ipocondria
Paura mai
Rondini al guinzaglio
Racconterò di te
Quel filo che ci unisce
Nuvole in testa
Ti dedico il silenzio
Amati sempre
Occhi lucidi
Neve al sole
Quei due innamorati
Altrove
I tuoi particolari
Buongiorno vita
La stella più fragile dell’universo
Giusy
Tornare a te
Piccola stella
Vieni nel mio cuore
Alba
Pianeti
La stazione dei ricordi
Le solite paure
22 settembre
Sogni appesi

Ultimo su Ondarock

Vai alla scheda artista